Città europee da visitare

Le città europee da visitare nel 2018

 

Un paio di mesi fa, per il mio compleanno, le persone care che mi circondano hanno pensato bene di accogliere il mio ringiovanimento regalandomi quello che per me rappresenta la cosa più preziosa. E così, per il 2018 ho in programma un viaggio per una destinazione europea ancora da decidere e alcuni coupon da spendere in biglietti aerei. Il tutto si sommava al viaggio che avevo già in programma per Valencia per la fine di gennaio e ad altre due destinazioni italiane che dovrei raggiungere in primavera inoltrata / inizio estate (non aggiungo altro per scaramanzia). E poi, ovviamente, c’è la valanga di travel dreams che mi trascino dietro da un anno all’altro e che spero, uno alla volta, di poter realizzare.

Forse anche voi, come me, passate il tempo a sfogliare pagine e pagine di guide di viaggio o a leggere blog di viaggi per stuzzicarvi sulle possibili destinazioni da visitare nei prossimi mesi del 2018. Voglio darvi un aiutino: se siete in cerca di una meta alternativa alle grandi capitali europee, o se delle capitali ne avete abbastanza e per quest’anno vi piacerebbe esplorare qualche città più piccola ma altrettanto bella potete dare un’occhiata ai miei suggerimenti sulle città europee da visitare durante il 2018.
Partiamo! 

Verona

Verona tra le città europee da visitare nel 2018

Verona tra le città europee da visitare

La bella Verona tra le città europee da visitare

Ah, l’amour!
Complice le vicende strappalacrime della coppia letteraria più sfigata di sempre, Verona è considerata una delle città più romantiche che esistano, ma sappiate che io l’ho visitata una volta con la mia migliore amica e un’altra volta da sola. E posso garantirvi che Verona va benissimo comunque, persino se siete degli inguaribili viaggiatori solitari. L’importante è che una buona dose di romanticismo la custodiate dentro di voi e che siate pronti a spalancare gli occhi a ogni passo per assorbire la straordinaria bellezza che incontrerete una volta giunti lì.
Piazza Bra e Piazza delle Erbe sono sicuramente due dei punti nevralgici del centro città in cui vi fermerete “ad assorbire” per ben più di qualche minuto. Ma se posso dire la mia, la Verona che innamora è quella osservata di profilo, passeggiando sul Lungadige. Una delle rive più belle sulle quali i miei piedini abbiano mai camminato. Attraverserete ponti monumentali, ammirerete i campanili senza dover stare con lo sguardo per aria (li avrete di fronte a voi, comodo no?), respirerete la solitudine degli alberi e delle panchine. Osserverete da lontano il centro storico di una delle città più affollate dai turisti e, a quella distanza, in qualche modo vi sembrerà di averlo eccezionalmente tutto per voi. 
Allungate il passo, arrivate fino alla Basilica di San Zeno e al vivace quartiere che le gira attorno. Forse così avrete modo di conoscere una Verona un pochino più inedita e, a fine giornata, l’apprezzerete ancora di più.
Se anche voi, come me, avrete solo un giorno di tempo per visitare la città di Giulietta e Romeo date una sbirciata all’itinerario che ho seguito io a piedi.

Siviglia

Siviglia tra le città europee da visitare nel 2018

Siviglia tra le città europee da visitare

Il mio è un appuntamento fisso: ogni anno, quando l’estate è ormai alle porte, io sento una nostalgia fortissima per l’Andalusia. E di fatti mi è venuta un’improvvisa voglia di aggiornare tutti i vecchi post dedicati al mio on the road estivo di qualche anno fa. 
Le città andaluse che ho visitato sono una più bella dell’altra. Trovate Siviglia nel mio elenco di città europee da visitare nel 2018 perché, in qualche modo, è quella che mi è rimasta più nel cuore.
Siviglia è una bellezza calda e dorata, a tratti vistosamente monumentale (come vi accorgerete visitando il Real Alcazar e la Piazza di Spagna) e a tratti piccola, persa e nascosta nei dettagli, come tra i cortili e i vicoli del Barrio de la Cruz. Vista dall’alto della Torre Giralda, invece, Siviglia è una principessa tutta vestita di bianco.
Bellissimo il quartiere di Triana, osservato al tramonto dalla riva opposta del Guadalquivir
Siviglia è stata il mio primo impatto con l’Andalusia e, tra le varie tappe del mio on the road, è stata quella che più mi ha “riportato” a casa. Se volete curiosare neI dettaglio dei miei due giorni a Siviglia leggete questo post.

Valencia

Valencia tra le città europee da visitare

Valencia tra le città europee da visitare nel 2018

Il mio elenco di “non capitali” da vedere non poteva che iniziare con la mia scoperta più recente.
Chi mi ha seguito se lo ricorderà: Valencia mi ha illuminato (non solo con il suo sole). Nel senso che tra le sue strade, i suoi quartieri caratteristici e le sue piazze monumentali ho trovato una città dal potere attrattivo vibrante e non me l’aspettavo. Per questo la inserisco nell’elenco delle città europee da visitare: perché sa sorprendere. Perché offre più di quanto promesso. 
Non è solo la Città della Scienza. Valencia è tantissimi musei, tanti vicoli da imboccare, tante chiese e monumenti da fotografare, una marina lunghissima aperta al sole, al vento e alle palme. 
Il Barrio del Carmen dovrebbe essere riconosciuto come meta di pellegrinaggio dagli appassionati di street art. L’atmosfera è quella spagnola fresca, vivace, da vita all’aperto. Da Sud.

Il post completo in cui, con il mio solito entusiasmo, elenco le bellezze e gli aspetti che più ho amato di questa capitale del sole lo trovate qui: Cosa vedere a Valencia in tre giorni

Cordoba, Spagna

Città europee da visitare Cordoba

Quando la raggiunsi il termometro segnava 42 gradi. Era agosto e io programmai il mio on the road in Andalusia proprio per quel periodo. Il gran caldo, però, non ce l’ha fatta a fermarmi.
A Cordoba troverete splendore. Un bagaglio di miti, storie e stili lontani nel tempo e nello spazio. Ve ne accorgerete subito, ad esempio ammirando nell’ora del tramonto il panorama sul Ponte Romano che conduce al cuore del centro antico o camminando a bocca aperta sotto gli archi all’interno della Mezquita. La magnificenza dell’Oriente che dialoga con la grazia dei piccoli vicoli tutti bianchi e decorati con vasi di fiori colorati. Vi troverete in Spagna ma potrete benissimo immaginare tanti altrove.

Se vi interessa, avevo già scritto di Cordoba qui: Due giorni a Cordoba, lì dove il tempo si è fermato

Trieste, Italia

Città europee da visitare Trieste

Siete nel cuore dell’Europa. E Trieste ha un cuore grande, che accoglie tanto i venti provenienti dall’Est quanto le influenze del Nord, Austria in primis. Proprio dell’Austria riconoscerete l’eleganza, l’architettura, la signorilità. Passeggiando sul Molo Audace, prima, e in Piazza dell’Unità, poi, respirerete a pieni polmoni il profumo di un Adriatico immenso e profondo. Tra osmitze e caffè storici assaggerete le specialità che custodiscono, tra i loro ingredienti, i sapori di tradizioni diverse. Visiterete castelli, musei, sentieri naturalistici, quartieri vivaci. Farete una full immersion nella storia, quella che a scuola non si studia mai abbastanza. E sarete a due passi da tanti altri posti straordinari.

Del Friuli Venezia Giulia ho scritto tanto, tra le pagine di questo blog. Nello specifico, però, trovate le mie riflessioni su Trieste in Cosa vedere in Friuli Venezia Giulia: Trieste e Gorizia

Brema, Germania

Città europee da visitare Brema

Ogni volta che mi capita di dare consigli di viaggio non riesco a non nominare Brema. Forse perché le sue dimensioni “ridotte” la rendono perfetta per un weekend. O per quella sua personalità anseatica che la rende tanto diversa dalle altre città tedesche che ho visto. Forse per i suoi quartieri vivaci, pieni di locali e di street art, come il Das Viertel, o di botteghe tipiche e luoghi segreti, come lo Schnoor. Forse per il suo lungofiume costellato di birrerie, e io adoro le città che vivono a stretto contatto con l’acqua. O perché all’interno di un parco, tra cespugli e viole, si custodisce un vecchio mulino. O forse soltanto perché è oggettivamente bella.

Dovrei avervi dato tanti motivi per inserire Brema tra le città europee da visitare nel 2018. Se ve ne servono altri li trovate qui: Brema, un gioiello da visitare assolutamente

Belgrado, Serbia

Città europee da visitare Belgrado

L’unica capitale tra le città europee da visitare che elenco in questo post.
Belgrado è tanto, tantissimo. L’ho visitata qualche anno fa e per me è stato un ceffone in pieno viso. Per i suoi contrasti, per la sua storia, per come si presenta agli occhi di chi fino a quel momento non si è mai spinto troppo al di fuori dalle rotte più consuete. 
Belgrado ha una bellezza balcanica tutta sua. Una freschezza, un’atmosfera, un’anima viva da scoprire. Vi colpiranno il centro, così europeo, la piccola Skadarska, con le sue trattorie e le bancarelle degli artisti, la fortezza del Parco Kalemegdan, dal quale potrete scorgere lo spettacolo del Danubio che incontra la Sava.

Le riflessioni sul mio viaggio a Belgrado le leggete qui: Viaggio a Belgrado, tra bellezza e memoria

Sintra, Portogallo

Città europee da visitare Sintra

Eccola qui, la mia recentissima scoperta. Quella che per un giorno ha interrotto la mia storia d’amore folle con Lisbona, durante il viaggio fatto alcune settimane fa. Se per il 2018 avete in programma un viaggio in Portogallo, dovete assolutamente passare da Sintra. Troverete un’atmosfera che non sarà solo quella portoghese: tutto lì vi parlerà in moresco. Il confine tra Oriente e Occidente vi apparirà alquanto labile. 
Oltre alle tappe obbligate come il Palacio da Pena, il Castelo dos Mouros e il Palacio Nacional non dimenticate di esplorare il piccolo e colorato centro del paese. E, se non sarete avvolti dalla nebbia come è capitato a me, anche il parco naturale.

Per il resoconto della mia giornata a Sintra: Cosa vedere a Sintra in un giorno

Catania, Italia

Città europee da visitare Catania

Eh ma sei di parte, mi direte. Avete ragione, vi risponderò. Se inserisco la mia Catania tra le città europee da visitare è perché, negli anni, l’ho vista crescere, cambiare e migliorare. E credo fermamente che cose da mostrare ne abbia. Catania vi offrirà infatti tanto il mare (e che mare) quanto la montagna. Tanto lo splendore barocco del suo centro storico (già solo una passeggiata lungo la via Etnea vi ripagherà della vacanza) quanto la diversità paesaggistica dei dintorni, divisi tra campagna, borghi antichi ed esperienze alternative (e anche un po’ rustiche, aggiungerei). 
E vogliamo parlare della cucina? No, perché altrimenti non finisco più. Un’idea però potete farvela leggendo Cosa mangiare a Catania: 5 esperienze culinarie da fare per sentirsi un vero catanese.

Invece, per una guida più dettagliata sulla mia città d’origine: Visitare Catania, perché ne vale la pena.
Mi auguro di riuscire a invogliarvi a fare un salto. Lo spero proprio di cuore.

Francoforte, Germania

Città europee da visitare Francoforte

Perché in Germania non ci sono solo Berlino, Amburgo o le birre bavaresi. Ma c’è anche questo splendido mix tra innovazione, modernità, storia e cultura nel cuore dell’Assia. Perfetta per un weekend, Francoforte saprà bene come riempire il vostro tempo. Non vi mancheranno i musei, le arterie dello shopping, i ristoranti per qualsiasi palato e gusto, il relax a bordo fiume (il Meno), i quartieri storici e graziosissimi. Incontrerete una Milano in versione tedesca, mi viene quasi da dire. Con tanto di serate, concerti, eventi di ogni genere. Per tutto questo, e anche per tanto altro, si inserisce a pieno titolo tra le città europee da visitare.

In particolare, per me Francoforte suona come “primo viaggio in solitaria”. Ne avevo raccontato qui: Francoforte, il primo viaggio da sola.
(foto da Pixabay)

Plovdiv, Bulgaria

Città europee da visitare Plovdiv

Plovdiv è stata la vera sorpresa del mio 2017. Bella, ordinata, organizzata. Una Capitale europea della Cultura in piena regola, fatta e finita. A me ha conquistato perché ha saputo parlarmi di tante storie ed è riuscita a ricordarmi Istanbul, la Grecia e se vogliamo persino Parigi, in certi casi. La Città vecchia, con le sue botteghe artigiane e i musei, merita già da sola il viaggio. Se a questo aggiungiamo le rovine e gli scavi di epoca romana, il quartiere degli artisti e degli studenti Kapana, la moschea e le splendide basiliche, capirete perché dovete seriamente considerarla tra le città europee da visitare al più presto.

Qualche spunto in più? Eccolo: Visitare Plovdiv, la Capitale europea della cultura 2019

Cadice, Spagna

Città europee da visitare Cadice

L’ultima tappa del mio on the road in Andalusia, vista un po’ di fretta prima di correre a prendere l’aereo del ritorno.
Amerete Cadice se avete amato Genova, Catania o altre città di mare dall’aria trasandata. 
Una piccola città bianca e dorata che si affaccia sull’Oceano. Non perdete il lungomare, con il suo vento e il forte odore di salsedine che vi investirà in pieno viso. Affacciatevi dalla torre della Cattedrale Nueva, respirate l’atmosfera dei barrios e delle piazze centrali, attorno alle quali si riunisce la vita. Immergetevi nei colori dei fiori della Plaza del Topete. Lasciatevi ispirare, godetevela lentamente. Vi stregherà come solo le città andaluse sanno fare.

Torino, Italia

Città europee da visitare Torino

Anche qui gioco in casa, visto che per metà sono torinese d’origine. Eppure, Torino l’ho riscoperta proprio di recente, grazie al blogtour #autumninturin dello scorso mese e alla giornata trascorsa assieme alle blogger del #Pinkclub, sempre a novembre.
Vale tanto la pena di citare Torino tra le città europee da visitare. Perché racchiude tutto, soddisfa da ogni punto di vista, mette d’accordo tutti i gusti. A Torino troverete l’arte, la cultura, la storia, l’eleganza, i colori dei giardini, i segreti dei cortili, l’aria fresca delle montagne. Nell’arco di un weekend avrete modo di scoprire tante cose tutte diverse l’una dall’altra. Proprio come ho fatto io: Cosa fare a Torino in un weekend e Un giorno a Torino.
Innamoratevi!

Cosa ne pensate del mio elenco di città europee da visitare nel 2018? Sono riuscita a convincervi a vederne qualcuna?
Un’ultima cosa: nel caso in cui siate pronti a partire ma non abbiate ancora scelto l’hotel vi segnalo l’iniziativa di cui avevo già scritto sui social e sulla newsletter di Alla fine di un viaggio. In pratica, prenotando l’hotel da questo link otterrete un rimborso di 15 euro direttamente sulla vostra carta di credito al termine della vacanza (e io verrò premiata con la stessa cifra).
Aprendo il link troverete tutte le informazioni e le spiegazioni necessarie. Dovete solo cliccare e navigare per cercare l’albergo che fa per voi. Quando lo avrete trovato e sarete in giro a godervi il vostro splendido viaggio pensatemi almeno un pochino 😉

 

Leggi anche

Dove andare a Pasqua: cinque idee 

Dieci luoghi da visitare in Italia in un weekend

Dieci piccole città da visitare in Italia in un giorno

6 Comments
  • Sara de Colle
    Posted at 22:23h, 01 gennaio Rispondi

    Decisamente degli ottimi spunti Velia! E mi ricorderò del link per risparmiare sulla prossima prenotazione! 🙂
    Grazie! Sara

    • Alla fine di un viaggio
      Posted at 18:20h, 02 gennaio Rispondi

      Grazie, bellezza!
      Il link lo sto passando a chiunque, fidanzato compreso 😀

  • Simona
    Posted at 12:31h, 23 marzo Rispondi

    Oh come vorrei aver avuto un viaggio in regalo per il compleanno quest’anno 🙂
    Tutte le tue proposte mi intrigano, molte sono nuove per me..
    Solo Francoforte non mi ha fatto impazzire.

    • Alla fine di un viaggio
      Posted at 12:40h, 23 marzo Rispondi

      Capisco cosa intendi: magari a prima vista può non fare impazzire rispetto ad altre città… Se però hai occasione di andarci spesso, come è successo a me in passato, la conosci meglio e scopri che ci sono una marea di cose da vedere. Poi i mercatini di Natale sono bellissimi!

  • Alessia
    Posted at 14:43h, 14 maggio Rispondi

    Quante idee stuzzicanti Velia! Fosse per me farei subito una valigia per raggiungere Brema o Siviglia, o per rivedere Trieste, che mi ha stregato! Per ringraziarti dell’aiuto che ci hai dato per organizzare il viaggio a Catania ho scritto un articolo sul cibo nel quale cito te e due tra i tuoi articoli che ci sono stati più utili. Facebook però non mi taggare la tua pagina da cellulare, quindi scusa se te l’ho scritto qui. Ciao Velia e grazie ancora!

    • Alla fine di un viaggio
      Posted at 14:45h, 14 maggio Rispondi

      L’ho visto da Twitter! :)))) Grazie a te! Un abbraccio e a presto!

Post A Comment

Pin It on Pinterest

Share This