Piatti tipici siciliani

Dieci piatti tipici siciliani da assaggiare

È un’ardua impresa quella di proporre una lista di dieci piatti tipici siciliani da consigliare. Primo, perché elencarne solo dieci equivale a fare un torto ad altre centinaia di ricette sicule. Risolviamola così: considerate questi dieci piatti non come i dieci piatti siciliani più importanti in assoluto ma come quelli più importanti per me, ok?
Secondo, dato che molte di queste prelibatezze vengono proposte nei menu di tutta Italia, a volte mi vengono persino dei dubbi che si tratti di ricette nate davvero in Sicilia.
Terzo, l’impresa è ardua perché per ognuno dei piatti che vi proporrò sappiate che esistono tante, tantissime varianti. Per cui, amici siculi, non offendetevi se per caso voi usate ingredienti diversi da quelli che cito io.
Quarto, essendo io catanese e avendo mezza famiglia di Messina, è facile che molti dei piatti tipici siciliani di cui vi parlerò appartengano alla tradizione culinaria della Sicilia orientale; per cui, anche in questo caso, portate pazienza.
Infine, un piccolo avvertimento prima di procedere con i peccati di gola: se nella lista pensate di trovare arancini, sfincioni e altre celebrità tipiche dello street food siciliano siete nel post(o) sbagliato. Così come se pensate che nell’elenco siano presenti prodotti tipici siciliani come il pistacchio, la ricotta salata o il torrone. Alcuni di questi figurano come ingredienti dei piatti elencati. Ma nel post parlo di piatti, di ricette; di sostanza, insomma.

torrone è uno dei prodotti dei piatti tipici siciliani

Parmigiana di melanzane

Non potevo che iniziare da lei, la regina indiscussa degli antipasti siciliani.
Uno dei primi piatti ai quali corre il pensiero quando si pensa alla cucina siciliana in tutta la sua immensa bontà.

Della parmigiana di melanzane esistono diverse varianti: quella catanese è addobbata con prosciutto e formaggio, oltre alle melanzane fritte, alla salsa di pomodoro e a quintali di parmigiano. A casa mia ha sempre girato quella senza prosciutto e formaggio ma con le uova sode. E le melanzane vanno fritte, non c’è storia. Io mi illudo spesso che quella in versione light che preparo con le melanzane grigliate sia comunque una sorta di parmigiana; ma no, davvero, non c’è storia.
La parmigiana è uno dei miei piatti tipici siciliani preferiti. Con la mente mi porta immediatamente all’estate. In tutti i miei anni da fuorisede, il 90% delle volte che la mia mamma mi ha chiesto cosa volessi mangiare al mio rientro in Sicilia la mia risposta è stata questa.

Caponata di melanzane

Altra celebrità tra le ricette siciliane più idolatrate. Per stomaci forti, o quantomeno non troppo delicati. Gli ingredienti principali della caponata di melanzane vanno infatti soffritti, prima di essere passati al forno. E tra gli ingredienti, oltre le melanzane, ci sono i peperoni e la cipolla, che già di per sé non sono proprio leggerini. 
Leggera o no, il mix di profumi e sapori che portate in tavola con la caponata non delude mai nessuno. La sua inconfondibile nota agrodolce la rende uno dei piatti tipici siciliani più ripetuti (e rivisitati) al mondo.

Caponata tra i piatti tipici siciliani

Tutto quello che è impanato e gratinato

Adesso occorre una doverosa riflessione sulla mollica. Dovete sapere che per noi siciliani impanare è la norma. La mollica da noi viene elevata quasi al rango di divinità. Le nostre cucine vivono praticamente in simbiosi con la mollica (che poi di base è il comune pangrattato). Nella dispensa di un siculo la mollica non manca mai.
E i risultati di questo legame così forte si apprezzano eccome! La mollica, infatti, è quell’ingrediente semplicissimo capace di rendere sfizioso qualsiasi piatto con il minimo sforzo. Pensiamo alla verdure: dei banali finocchi, ad esempio, possono trasformarsi in un contorno saporito se impanati e gratinati adeguatamente (io li mangio dalle 2 alle 3 volte a settimana, per intenderci). Oppure pensiamo ai frutti di mare, come le cozze (che non sono affatto banali come i finocchi, ma condite con la mollica e poi cotte al forno sono una goduria). O a un semplicissimo piatto di pasta con capperi e pomodorini secchi (vi ho appena svelato una delle mie ricette salva cena quando in frigo vige il nulla cosmico).
Che poi, non parliamo di mollica e basta: la mollica viene infatti condita con sale, pepe, parmigiano e olio. Ma c’è chi aggiunge anche aglio, prezzemolo, spezie varie (io) e salsa di pomodoro. E poi sta bene ovunque: non a caso, su cento piatti tipici siciliani la scoverete almeno nella metà.

Pasta alla Norma

Scusate, ma quando penso a un primo piatto siciliano veramente doc, imperdibile, buonissimo, fantastico, indimenticabile non posso che pensare a uno dei fiori all’occhiello della cucina della mia città: la pasta alla norma. Un piatto semplice se vogliamo, ma che nella sua semplicità presenta un mix di sapori che in fondo non è così scontato. Quantomeno fuori dalla Sicilia, non a tutti verrebbe in mente di unire la pasta alle melanzane (sempre fritte, eh, mi raccomando) e alla ricotta salata, no?
Ah, le melanzane! Altro ingrediente ricorrente della nostra cucina. Noi siciliani veniamo tirati su a pane e melanzane. Che siano fritte (il più delle volte), grigliate, al forno, nel sugo o nel ripieno degli arancini e degli altri rustici, non importa. Le melanzane sono parte essenziale e integrante delle nostre diete (“diete” per modo di dire) dodici mesi su dodici.

Pasta al forno (meglio se anelletti)

Non potrete mai farvi un’idea completa di cosa sia davvero un piatto di pasta al forno se non l’avete mai consumato in Sicilia. Una bomba tra i primi piatti siciliani. Bomba in senso letterale: un’esplosione di sapori, ingredienti e calorie che le vostre papille (e forse anche il vostro stomaco) dimenticheranno a fatica. Di certo anche solo una porzione media basterà a saziarvi per l’intera giornata. Il motivo risiede nel numero elevato degli ingredienti che la compongono: in quella che fa mia madre, ad esempio, ci sono le melanzane fritte, i piselli, le uova sode, il prosciutto e il formaggio. Chiaramente oltre la salsa, il parmigiano e la pasta (meglio se come pasta mettete gli anelletti, che sono davvero tipici). Ma ho idea che in giro per le cucine sicule ne esistano anche varianti più complesse. Grassi e carboidrati sono il nostro pane quotidiano (assieme al pane vero e proprio), non possiamo farci niente. 

prodotti e piatti tipici siciliani

Scacciata al forno

A proposito di carboidrati molto complessi. La Scacciata, piatto forte delle cene di Capodanno e un po’ di tutto il periodo natalizio, riunisce la passione che i siciliani nutrono nei confronti del pane (e in generale dei prodotti da forno) con la passione che i siciliani nutrono nei confronti dei ripieni. Non saprei dirvi quale sia la mia variante preferita: so solo che a Catania, quando arriva dicembre, i panifici impazziscono per stare dietro a tutte le affamate richieste (sì perché difficilmente, in quel periodo, troverete una scacciata integra tutta per voi e pronta per essere portata a casa. Dovete ordinarla con un paio di giorni d’anticipo). Tuma, prosciutto e olive; broccoli, tuma e salsiccia; patate condite con salsa, olive e formaggio, per dirne alcune. E scusate se è poco. Fosse per me, mi nutrirei di scacciata tutto l’anno, peccato che ho una dignità (e soprattutto che non vivo a Catania). Mettetela nella vostra lista di piatti tipici della Sicilia da provare e cercatela, quando sarete lì. Non sono certa che fuori Catania la troviate, ma di sicuro troverete qualcosa di molto simile.

Involtini di carne o di pesce spada

Avete presente quello che si dice delle ciliegie, cioè che una tira l’altra? Ecco, consideratelo valido anche per gli involtini di carne o di pesce spada, tra le ricette tipiche siciliane più azzeccate per quanto riguarda i secondi piatti.
In pratica si tratta di filetti di carne arrotolati su se stessi insieme ad altri ingredienti (come ad esempio: formaggio, pomodoro, salumi vari, pistacchi) e impanati nell’immancabile mollica. Quelli al pesce spada, nei confronti dei quali svilupperete una dipendenza nell’immediato, la mollica ce l’hanno sia fuori e sia dentro, ed è condita principalmente con uvetta, pinoli e prezzemolo.
La cottura finale degli involtini è al forno o in padella.

secondi piatti tipici siciliani

Pescestocco alla messinese

Un altro dei piatti tipici siciliani che racchiude in sé tutta l’essenza della regione. Non consideratelo un semplice secondo piatto (posto che nelle cucine sicule non esiste nulla di semplice): il Pescestocco alla messinese (detto anche A Ghiotta), completo di patate, olive, salsa e forse anche altro saprà bastarvi. Delizia pura.

Insalata di arance

L’insalata di arance non a tutti piace. Secondo me, il particolare sapore agrodolce è da provare. A me piace semplice, ossia a base soltanto di arance condite con olio, sale e limone. Ma le diverse varianti sicule che conosco prevedono l’aggiunta di cipolle viola, olive o finocchi. O anche tutti questi ingredienti assieme. 

ricette e piatti tipici siciliani

Cassata siciliana

Se dovessi affrontare l’argomento dei dolci tipici siciliani non basterebbe lo spazio di un blogpost. Dovrei scrivere almeno un libro. E questo perché, per noi siciliani, i dolci sono un po’ come la mollica: una sorta di divinità. Immancabili, specie al termine del pranzo della domenica.
Come potete immaginare, la Cassata siciliana è una bomba calorica, ma secondo me una fettina non dovreste negarvela durante un viaggio in Sicilia. Soprattutto se amate la ricotta, la Cassata vi resterà stampata nella memoria. Certo, dovete essere molto ma molto amanti dei dolci per apprezzarla. Ma quando è fatta bene ed è buona è buona veramente.

Potete capire come mai, ogni volta che programmo di tornare giù per qualche giorno, parto sempre con le peggiori (o migliori, a seconda dei punti di vista) intenzioni culinarie. Parto sempre con l’idea di fare il pieno di cibo siculo. Il risultato è sempre, irrimediabilmente, quel paio di chiletti di ciccia in più che mi tocca imbarcare quando riparto per il Nord. Sappiate che lo stesso destino tocca a tutti, che andiate in Sicilia per pochi giorni come per due settimane. Per cui preparatevi psicologicamente e rassegnatevi.
Infine, se siete sensibili al tema sappiate che questa non è la prima volta che parlo di cibo siculo. Se avete in programma di visitare la Sicilia, e in particolare Catania, potrebbero tornarvi utili altri due post: Dove mangiare a Catania (ed essere felici) e 5 esperienze culinarie tipiche da vero catanese. Buon appetito!

 

Leggi anche

Come organizzare una vacanza in Sicilia

Itinerario della Sicilia orientale: cosa vedere e cosa fare

Le cinque spiagge più belle della Sicilia Orientale

Tra mare e Barocco: cosa vedere a Catania

Nel sud del sud: cosa vedere a Siracusa e dintorni

No Comments

Post A Comment

Pin It on Pinterest

Share This