cosa vedere in sicilia

Cosa vedere in Sicilia: 25 posti da non perdere

Quest’anno voglio giocare d’anticipo: grazie a questo post mi troverete più che pronta quando inizierete a inviarmi le vostre email con richieste di info e suggerimenti su cosa vedere in Sicilia, cosa che solitamente inizia a verificarsi tra la fine dell’inverno e l’inizio della primavera e prosegue per diversi mesi. Magari quest’anno non mi scriverà nessuno, ma per il momento mi baso su una statistica: questo blog di viaggi ha tre anni (per la precisione, la terza candelina la spegnerà ad aprile) ed è da tre anni che le vostre paroline raggiungono la mia casella di posta elettronica. E sono tre anni che, leggendole, mi diventano gli occhi a forma di cuore quando mi raccontate che vi state preparando per il vostro viaggio in Sicilia, che non vedete l’ora di partire e che lo state progettando da tempo. 

La richiesta d’aiuto che mi rivolgete più spesso riguarda l’itinerario da seguire una volta arrivati: cosa visitare in Sicilia ma anche quanto tempo fermarsi in ogni tappa e quale località scegliere come base per spostarsi poi verso altre zone dell’isola.

Con questo post voglio risolvere almeno la prima questione: vi porto con me a fare un tour della Sicilia virtuale, presentandovi 25 posti bellissimi che potreste raggiungere durante la vostra vacanza. Venticinque posti del (mio) cuore da cui iniziare a esplorare. Strada facendo ne incontrerete molti di più.

Sicilia cosa vedere: 25 posti imperdibili

Taormina

Luogo degno dal quale far partire un tour della Sicilia, nonché uno dei posti della mia regione ai quali sono più affezionata. È vero: Taormina incarna l’immagine della Sicilia turistica, se vogliamo anche un po’ troppo cara, con i locali dai prezzi esagerati e gli hotel extra lusso. Difficile se non impossibile da visitare con calma durante la stagione estiva quando sembra che tutto il mondo sia atterrato lì e si trovi a passeggiare per il Corso Umberto. Ricordo però di una volta che raggiunsi Taormina in pieno inverno: diversi negozi chiusi e quasi nessuno in giro. Quel silenzio straordinario e la solitudine delle strade, delle piazze e del belvedere tutti per me e per quei pochi altri che avevano saputo scegliere il momento giusto.

Cosa vedere in Sicilia Taormina

Castelmola

Perché i chilometri che lo separano da Taormina si contano sulle dita di una mano, per cui è un sacrilegio non visitarlo. Perché è uno dei borghi più belli d’Italia. Perché non potete perdere il panorama sul blu immenso dello Ionio dalla terrazza della piazza principale. Perché il vino alla mandorla del Bar Turrisi in realtà è un nettare rubato agli dei.
All’amore che mi unisce a Castelmola ho dedicato un post che vi invito a leggere prima di programmare il vostro tour della Sicilia.

Gole dell’Alcantara

Tra le tante esperienze da fare e i tanti posti da visitare in Sicilia vorrete mica perdere uno dei più avventurosi e divertenti? Ho documentato in un post di qualche tempo fa la mia giornata da brivido alle prese con gli otto gradi delle acque che scorrono tra le Gole dell’Alcantara, tra Taormina e Giardini Naxos. Quel giorno diedi prova di grande coraggio (per quelli che sono di solito i miei standard); a distanza di qualche anno, però, il ricordo più vivo è il divertimento per un’esperienza davvero speciale.

Parco dell’Etna

Un mese fa, quando mi trovavo a Catania per il Natale, ci ha fatto ballare un po’. E io lo avevo dimenticato cosa significa svegliarsi in piena notte perché la terra ha deciso di iniziare a tremare. Ma nonostante i terremoti e le emissioni di cenere nera capace di diffondersi e posarsi su tutto quello che incontra persino a centinaia di chilometri di distanza, noi catanesi perdoniamo sempre il nostro vulcano (quando fa crollare le case lo perdoniamo un po’ meno). E per noi l’Etna resterà sempre un punto di riferimento. Geografico ma non solo.
Non capita spesso di poter organizzare un’escursione sul territorio quasi lunare di un vulcano.
A me è rimasto il ricordo di un’esperienza bellissima, qualcosa per cui valga davvero la pena. Se cercate idee su cosa fare e cosa vedere in Sicilia ve ne ho appena data una pazzesca.

Acitrezza e Acicastello

Saranno le distanze ormai incolmabili, sarà che con l’età divento sempre più nostalgica e malinconica, sarà il tempo, ma io ogni volta che torno a Catania non posso non venire qui. Acitrezza e Acicastello, luoghi di mito, di mare profondo, di roccia scura. Di infinite passeggiate e interminabili sabato sera estivi ai tempi della scuola. Adesso, che ho qualche anno in più e che i luoghi in cui vanno tutti cominciano a darmi noia persino il sabato sera, l’orario in cui preferisco affacciarmi dalla terrazza di Acicastello o percorrere il lungomare dei Faraglioni di Acitrezza è il tramonto. Sotto la luce migliore che la Sicilia possa regalare. 

Cosa vedere in Sicilia Acitrezza

Acireale

Durante il vostro tour della Sicilia potrete avere un primo assaggio del Barocco in una delle località più interessanti della provincia catanese. La piazza centrale di Acireale è una delle più belle che vi capiterà di incontrare durante il vostro viaggio. E chissà se vi capiterà di vederla mentre sono in corso i grandi festeggiamenti e la processione dei carri di Carnevale più famosi della Sicilia?

Catania

A chi mi chiede cosa vedere in Sicilia durante un tour della regione permettetemi di rispondere indicando la mia città d’origine. La città che sorride al mare e vive alle pendici di un vulcano. Ho visto cambiare tante volte, negli anni, la mia Catania. Per certi aspetti l’ho conosciuta meglio da quando sono andata via. Quel che è certo è che con il tempo (e la distanza) ho imparato ad apprezzarla e a sentirne la mancanza. Prendetela per il mare e la sua scogliera scura. Prendetela per i palazzi barocchi e il centro vivace e brulicante di locali. Prendetela per la poesia di Acitrezza, Acicastello e San Giovanni Li Cuti. Imparate a scoprirla con calma e pazienza. Sono certa che saprà farsi apprezzare.

Cosa vedere in Sicilia Catania

Caltagirone

Tra i luoghi da vedere in Sicilia e in provincia di Catania Caltagirone spicca per la straordinaria  bellezza delle sue ceramiche. Visitate il centro, che è già stupendo di per sé, ed entrate nelle botteghe e nei laboratori degli artigiani. Scoprirete un borgo fermo a un tempo lontano che sembra votato esclusivamente alla sua arte. 

Cosa vedere in Sicilia Caltagirone

La Villa romana del Casale di Piazza Armerina

Per raggiungere uno dei più importanti siti Unesco della Sicilia dovrete arrivare al cuore della regione, quasi il suo centro esatto, e addentrarvi per circa un centinaio di chilometri da Catania fino a sconfinare nella provincia di Enna. La famosa Villa romana del Casale, risalente al IV sec. d.C., vi aspetta a Piazza Armerina per mostrarvi i suoi incredibili mosaici. Pare siano tra i mosaici antichi meglio conservati, per cui non sbaglierete di certo a inserirli tra le tappe del vostro viaggio in Sicilia.

Siracusa

Quando mi si chiedono consigli su cosa vedere in Sicilia è matematico che io suggerisca Siracusa, che per me rimane sempre una delle città più belle della regione. Così bella che un domani non mi dispiacerebbe farne la mia casa. Vista con i miei occhi, che sono gli occhi di una persona che mette piede da quelle parti solo una volta l’anno, l’isola di Ortigia è un piccolo paradiso perfetto. Un paradiso avvolto in un qualcosa di magico.

Cosa vedere in Sicilia Siracusa

Noto

Che Noto sia uno dei più bei posti da visitare in Sicilia è un’altra affermazione che mi sentirete spesso fare. Una delle capitali sicule del Barocco, famosa per la sua Cattedrale ricostruita che, vi assicuro, è solo una delle tantissime bellezze che vedrete nella cittadina. Vi innamorerete di ogni palazzo e di ogni strada. Noto è l’ennesimo esempio di quella Sicilia turistica che tutti conoscono, ma che ha saputo mantenere intatto il suo fascino fuori dal tempo.

Cosa vedere in Sicilia Noto

Vendicari

Se cercate consigli su cosa vedere in Sicilia durante la stagione estiva non potete rinunciare al sole cocente e alla sabbia bianca di Calamosche, quella che per me è una delle spiagge più belle della Sicilia orientaleVi avviso: non è una spiaggia immensa e per raggiungerla dovrete camminare un bel po’. A tenervi compagnia lungo il percorso ci sarà l’aspetto selvaggio del territorio della Riserva di Vendicari, che vi consiglio di esplorare (un’altra delle spiagge più belle dell’oasi è quella dominata dalla vecchia Tonnara).

Marzamemi

Visitare la Sicilia significa anche questo: conoscere paesini che nel pieno dell’estate sono presi d’assalto e fuori stagione riescono a far sentire la propria voce rivelandosi in tutto il loro splendore, in tutta la loro piccolezza, in tutto il loro essere fuori dal tempo. Per me Marzamemi è così. Ed è un posto speciale. Ricordatevene quando costruirete il vostro itinerario di luoghi da visitare in Sicilia.

Cosa vedere in Sicilia Marzamemi

Palazzolo Acreide

Ci siamo conosciuti solo di recente. Fino a poche settimane fa apparteneva a quell’ahimè ancora troppo grande patrimonio della Sicilia che conosco poco o che non conosco affatto.
A definire Palazzolo Acreide come uno dei borghi più belli della regione concorre di certo la sua anima fortemente barocca, bella e vistosa soprattutto sui volti dei palazzi del centro.
Per me, vince soprattutto la straordinaria solitudine fuori dal tempo del quartiere medievale. Ho parlato anche di questo nel post dedicato a Siracusa e dintorni.

Cosa vedere in Sicilia Palazzolo Acreide

Monterosso Almo

Poco distante da Palazzolo Acreide, e già in provincia di Ragusa, un altro dei borghi più belli della Sicilia: Monterosso Almo. Un altro piccolo paese circondato da colli, piane e valli, che sembra adagiato su un territorio “a più piani”: al piano alto il quartiere centrale dove si svolge la vita, dove passano le auto, dove si aprono i negozi. Al piano basso il centro storico (ma storico per davvero): un labirinto di vicoli, piazze e stradine fuori dal tempo. Uno stile che ricorda quello di Ragusa e Ragusa Ibla, se vogliamo.

Cosa vedere in Sicilia Monterosso Almo

Ragusa 

Ed eccola qui, una delle perle più luminose del Barocco siciliano. Della luce accecante che quel giorno mi ha accompagnato tra le strade di Ragusa Ibla, prima, e Ragusa, poi, così come dei palazzi meravigliosamente barocchi, delle chiese immense e di quel saliscendi continuo tra il passato e un passato ancora più remoto ho parlato in questo post.
Se vi manca il mare, la lunga spiaggia di Marina di Ragusa saprà come accogliervi. Se invece sentite che del Barocco non potrete mai averne abbastanza, recatevi anche a Modica e Scicli. Tenete conto che l’intera zona del ragusano fornisce già da sola un’ottima risposta ai vostri interrogativi su cosa vedere in Sicilia.

Cosa vedere in Sicilia Ragusa

Valle dei Templi di Agrigento

Ve l’aspettavate tutti, eh? Capirete infatti che è impossibile non consigliare la Valle dei Templi di Agrigento tra le 25 cose da vedere in Sicilia. Certo, sarebbe preferibile vederla non in agosto o in generale non con la calura dei mesi estivi.
Non la visito da secoli e muoio dalla voglia di provare l’esperienza del tour notturno tra i templi. Chissà che la prossima primavera non sia l’occasione per vivere la mia Sicilia esclusivamente da turista?

Cosa vedere in Sicilia Valle dei Templi di Agrigento

Favignana

Il ricordo del mare più bello della mia vita è quello che bagna le coste di questa piccola isola a poco più di un’ora di traghetto da Trapani.
Favignana, nelle Isole Egadi, è un gioiello da esplorare con calma, cala dopo cala e spiaggia dopo spiaggia, in bicicletta possibilmente. E rigorosamente a colpi di (forte) vento in faccia.

Cosa vedere in Sicilia Favignana

Erice

Altro giro, altro borgo bellissimo. Lì dove la pietra bianca e liscia rende le salite e le discese più impegnative per i piedi poco avvezzi (tipo i miei). Vicoli e viuzze disegnano il piccolo centro storico di Erice, paesino in collina a circa 600 metri di altezza. Per arrivare bisogna percorrere in auto metri e metri di curve. Il panorama da lassù sulla riserva del Monte Cofano e sul mare di San Vito vi ricompenserà di ogni distanza.

Cosa vedere in Sicilia Erice

San Vito lo Capo

Il regno del cous cous di pesce. Ma anche delle spiagge calde, lunghissime e delle casette basse e tutte bianche. Il tipico paesino di mare siciliano che ricorda un altrove così distante da trovarsi facilmente in un altro continente. Tutte le volte che sono stata a San Vito lo Capo era estate (mai una volta che sia andata in occasione del Festival del Cous Cous). Ma è uno di quei luoghi che non mi dispiacerebbe riscoprire in inverno per carpirne l’anima più vera, quella che rimane un po’ rintanata in casa con il pienone dell’alta stagione.

Cosa vedere in Sicilia San Vito lo Capo

Scopello

La piccola spiaggia della Tonnara di Scopello e il suo mare azzurrissimo. Uno dei mari più belli della Sicilia. Un luogo piccolo ma incredibilmente prezioso. Il tipico soggetto che starebbe bene dipinto in qualsiasi tela. Il paesino di Scopello è un borgo minuscolo, ancora più piccolo di Marzamemi; vale la pena fermarsi per un piatto di ottima caponata di pesce spada o di pasta alla trapanese (ma a proposito di cibo, esiste un luogo in Sicilia dove non valga la pena fermarsi? Se sì ditemelo che io non l’ho ancora mai trovato).

Cosa vedere in Sicilia Scopello

Palermo

Impossibile visitare la Sicilia senza approdare in quel meraviglioso mondo di ricchezza architettonica, contrasti, voci e colori che è Palermo. Con quel suo carattere unico e quel suo inconfondibile volto arabeggiante. Con il temperamento vivace e chiassoso dei suoi mercati e lo splendore unico delle sue chiese e dei suoi palazzi storici. Se volete capire tanto della Sicilia, della sua storia e delle sue persone, da Palermo non potete di certo non passare. 

Cosa vedere in Sicilia Palermo

Monreale

A una manciata di chilometri da Palermo si trova questa mega testimonianza della magnificenza siciliana. E con “mega” probabilmente ho usato un’espressione riduttiva. D’altronde se Monreale, assieme a Palermo e Cefalù, fa parte del circuito arabo-normanno divenuto patrimonio Unesco un motivo ci sarà. Ve ne renderete conto facilmente non appena poggerete lo sguardo sugli incredibili mosaici bizantini che decorano le pareti del Duomo.

Cefalù

Ancora un borgo, ma questa volta sul mare. La collina resta comunque vicina e a portata di mano.
Cefalù è di una bellezza struggente. I raggi dorati del sole al tramonto che calano sulla piccola baia e sulle case che le si stringono attorno fanno quasi commuovere. Chi ama il mare è impossibile che non ne scovi la poesia. Che non si lasci divorare dalla sua luce.
Cefalù è in assoluto una delle località più belle che incontrerete durante il vostro tour della Sicilia.

Cosa vedere in Sicilia Cefalù

Isole Eolie

Sono sette, ognuna con il proprio profilo. Ma nel nome nascondono una delle caratteristiche ricorrenti che probabilmente le riguarda tutte.
C’è quella più selvaggia, quella più modaiola, quella con il vulcano che non perde occasione di farsi sentire. Salina e Panarea le ricordo come le più belle. Lipari è una Taormina in miniatura. Di Stromboli mi è rimasta impressa l’immensa spiaggia nera e quel suo lato scuro, vuoto, disabitato. Non ho visitato tutte e sette le Isole Eolie, sogno prima o poi di addentrarmi nel mondo fuori dal tempo di Filicudi e Alicudi.

Lo sapevo: a furia di raccontare a voi cosa vedere in Sicilia mi sono riempita di nostalgia io. Avrei voglia di rivedere ognuno dei luoghi che vi ho suggerito in questo post. E non occorre che vi dica che i posti da vedere sono infinitamente più numerosi di quelli che ho indicato qui.
Ogni volta mi riprometto di tornare in Sicilia più spesso e più a lungo. Di scoprirla più a fondo come se non ci fossi cresciuta, come se non ne sapessi abbastanza, come se non ne avessi abbastanza.
Nel frattempo, però, mi riempirebbe di felicità sapere di aver ispirato voi. 

 

Altri post sull’argomento che potrebbero interessarti

Come organizzare una vacanza in Sicilia (con i consigli di una siciliana)

Itinerario della Sicilia orientale: cosa vedere e cosa fare

Dieci piatti tipici siciliani da assaggiare

No Comments

Post A Comment

Pin It on Pinterest

Share This