taormina cosa vedere

Taormina, cosa vedere nella perla sicula per un weekend da sogno

“Questo pomeriggio facciamo un giro a Taormina?”. Quante volte ho sentito questa frase, nel corso della mia vita. Durante l’infanzia e adolescenza soprattutto, quando on ero io a decidere dove passare le vacanze e con la mia famiglia trascorrevamo buona parte dell’estate al mare, su quel tratto di costa. D’altronde, Taormina e le località nelle immediate vicinanze sono sempre state mete privilegiate da migliaia di catanesi. Credo che ancora oggi sia così, per lo meno in parte. Per me, invece, le cose sono cambiate. Ormai capita che passi anche un anno intero senza metterci piede. E quando vado, purtroppo sempre e solo con il pienone estivo, non sono più in compagnia della mia famiglia ma degli amici ai quali tengo a far visitare Taormina per mostrare loro le meraviglie della mia regione.
Sta di fatto che, per un motivo o per un altro, Taormina per me è sempre stata una costante. Un posto vicino e presente, come quelle persone con le quali cresci e condividi così tante cose che alla fine finisci tristemente per darle per scontate. Ne ho sempre subito il fascino e riconosciuto il valore, anche se nel tempo ho imparato a preferirle località più remote. Oggi, però, rimedio al fatto di non aver ancora mai scritto una guida su cosa vedere a Taormina, nonostante ve ne avessi già parlato ampiamente nell’articolo sui luoghi più belli della Sicilia e in quello sui consigli per organizzare una vacanza da queste parti.
Quando metterete piede qui vorrei tanto che riusciste a guardarla con i miei occhi e a vedere quello che vedo io ogni volta che torno. Per ovvi motivi, per me è quasi impossibile scindere il luogo dal carico affettivo in cui l’ho avvolto. Ma spero che in qualche modo, questa guida vi aiuti a capire.

cosa vedere a taormina

cosa vedere a taormina sicilia

Dove si trova Taormina

Taormina, la perla sicula, si trova nella parte est della Sicilia, quasi sul litorale. È praticamente equidistante da Catania e da Messina (alla cui provincia appartiene). Per darvi un’idea precisa, Google Maps mi dice che la distanza Catania – Taormina è di circa 54 km, mentre la distanza Messina – Taormina è di 50 km esatti. In entrambi i casi, la raggiungerete in auto in meno di un’ora. In qualsiasi punto della costa est vi troviate, sappiate che è proprio una tappa da non perdere. Vi consiglio quindi di includerla nel vostro itinerario alla scoperta della Sicilia Orientale.

cosa fare a Taormina

Viaggio a Taormina, cosa vedere

Teatro Greco

Cosa visitare a Taormina se non un monumento che ha attraversato i secoli regalando alla città splendore, arte e cultura? Eccoci infatti a una delle tappe per le quali Taormina è rinomata in tutto il mondo; e questo sia grazie alla bellezza irripetibile del luogo e sia perché, ancora oggi, il Teatro Greco offre il suo palcoscenico per ospitare eventi internazionali e concerti estivi di artisti stimatissimi (e a questo proposito, vi svelo un segreto: questo è uno dei principali motivi per cui a Taormina, in estate, è quasi impossibile trovare un posteggio per l’auto).
Secondo per grandezza solo al teatro di Siracusa, il Teatro Greco di Taormina nacque per mano dei Greci e fu ampliato dai Romani. Nell’epoca antica, è stato l’ambientazione perfetta di tragedie e spettacoli teatrali quanto di lotte tra gladiatori. Per me, il Teatro Greco di Taormina sarà per sempre legato al ricordo di un concerto fighissimo al quale sono andata diversi anni fa in compagni della mia mamma (l’unico concerto che ho visto lì e anche l’unico assieme alla mamma). Descrivere ciò che significa poter assistere all’esibizione di uno dei tuoi artisti preferiti sotto il cielo stellato di una notte d’estate in Sicilia, in una cornice in cui uomo e natura hanno saputo darsi sapientemente la mano, è impossibile. Bisogna trovarsi lì per restare davvero a bocca aperta.

taormina cosa vedere, il teatro greco

Corso Umberto

Tra i suggerimenti su cosa vedere a Taormina, il Corso Umberto gode sicuramente di un posto d’onore. Si tratta infatti della strada centrale della città, quella che collega Porta Messina a Porta Catania e che lungo il suo percorso contiene quasi tutti i principali punti di interesse di Taormina. Le piazze, i bei palazzi, le chiese, i belvedere, ma anche le tantissime vetrine, i ristoranti più prestigiosi, le ceramiche più colorate. Corso Umberto è un vero e proprio inno alla vita e, ebbene sì, anche al turismo. Chiunque arrivi a Taormina desidera percorrerlo in tutta la sua lunghezza. Quando si fa riferimento alla famosa “passeggiata di Taormina”, con la testa si vola immediatamente su e giù per il Corso Umberto.
Se capiterete da quelle parti in un periodo non particolarmente affollato, soffermatevi il più possibile su quello che vedrete. Catturate i vicoli, persino quelli più stretti. I dettagli sulle facciate degli edifici, le finestre, le insegne dei negozi. Le piccole scalinate. Deviate, dove possibile. Prestando la massima attenzione oltre la superficie delle cose, il Corso Umberto diventa ancora più speciale di quanto già non sia.

taormina cosa vedere corso umberto

visitare taormina

Villa Comunale

Ecco spuntare il verde, tra i principali luoghi di interesse di Taormina. La Villa Comunale è un posto magico. Qui troverete ad accogliervi tutta la pace del mondo, perché di solito non è mai molto affollata. Potrete prendervi il tempo di una passeggiata solitaria tra piante e alberi bellissimi e soprattutto, ve lo dico bisbigliando ma non ditelo a nessuno, vi incanterete davanti a uno dei panorami più belli della costa orientale della Sicilia. Avete presente come si sposa bene il profilo del vulcano che scende verso il litorale con il mare blu e in sottofondo uno dei tramonti più luminosi e densi di sfumature che possano capitarvi in vita? Spero di aver reso l’idea.
Anche la storia della villa è alquanto affascinante: nacque infatti come giardino dell’abitazione di una nobildonna inglese che, sul finire dell’Ottocento, sposò l’allora sindaco di Taormina.

taormina cosa vedere villa comunale

Piazza IX Aprile e il belvedere

Tra le cose da vedere a Taormina c’è il luogo dove tutti fremono per arrivare. O forse ogni volta sono io che fremo per affacciarmi da una delle mie piazze preferite in assoluto.
Certo, sogno ancora il momento in cui potrò dire di avere Piazza IX Aprile tutta per me, ma non so se quel momento arriverà mai (forse bisognerebbe trovarsi lì durante un lockdown, ma mi pare un’idea un po’ azzardata). Dopo aver divorato con gli occhi e con le lacrime l’indescrivibile panorama sulla baia di Giardini Naxos, vi prego, giratevi ad ammirare la piazza. Sotto i passi dei turisti ha tanto da dire. La chiesa di San Giuseppe, quella che vi trovate di fronte con il suo immenso scalone, non è il Duomo di Taormina, anche se è bella come se lo fosse. Di lato, dietro l’aspetto sommesso di una chiesetta abbandonata, si trova la Biblioteca Comunale. Tutto intorno, bar e ristoranti che si godono il paesaggio e la vita ai piedi della collina. E gli artisti, ovviamente, personaggi immancabili, veri pilastri del luogo. Me li ricordo da sempre, sul ciglio della passeggiata, ad acchiappare sguardi e curiosità a colpi di colore e maestria. Una volta, da uno di loro mi feci anche fare una caricatura.

taormina cosa vedere piazza IX aprile

cosa visitare a taormina

Duomo di Taormina

Più piccola e dall’aspetto decisamente più dimesso (sempre che si possa dare del “dimesso” a una qualsiasi cosa che riguardi Taormina), ma solo perché lì un belvedere non c’è, ecco la Piazza del Duomo. Che secondo me è una piazza bellissima. Il Duomo di San Nicolò, nella sua semplicità (sia dentro che fuori), sta così bene al suo posto che sembra esserci da sempre, da prima ancora che nascesse la città. Si dice che fosse uno dei luoghi preferiti di personalità del calibro di Dumas e Wagner. Di fronte alla Cattedrale, vedete la fontana, sui cui gradoni turisti, giovani e meno giovani amano accomodarsi per godersi lo spettacolo dei matrimoni celebrati in chiesa. Guardatela bene, la fontana: vi troverete scolpito il Minotauro, il simbolo della città.
A chi desidera scoprire cosa vedere a Taormina ho appena suggerito un altro luogo magico.

cosa visitare a taormina piazza duomo

Chiesa della Madonna della Rocca

Cosa fare a Taormina se non raggiungere qualsiasi punto panoramico disponibile e scoprire da lassù di quanta ricchezza sia capace la Sicilia? Vi svelo un altro luogo privilegiato in cui scoprirlo: la chiesa della Madonna della Rocca, una costruzione antichissima, successivamente restaurata (nel 1600 circa), che si trova su un monte, sopra Taormina. Il nome della chiesa deriva dal fatto che fu costruita praticamente nella roccia; ve ne accorgerete soprattutto una volta all’interno, dove vedrete il piccolo altare e la sala praticamente sormontati da un soffitto di pietra. Sul panorama non dirò altro, ormai avrete capito bene quali sono i protagonisti che catturano lo sguardo in questa porzione di Sicilia.

Cosa vedere vicino Taormina

Castelmola

Del mio amore profondo per Castelmola ne ho già parlato diverse volte. I lettori fedeli di questo blog ormai lo sapranno a memoria. Ma anche chi non lo conosce e vi metterà piede solo una volta nella sua vita sono certa che ne resterà incantato. Perché dovete pensare che, rispetto a quando l’ho visitato per la prima volta, Castelmola adesso è un po’ più votato al turismo e il suo piccolo centro pullula di locali e negozi di souvenir dove comprare bottiglie di Vino alla Mandorla di tutte le dimensioni. Ma poco meno di trent’anni fa, molto di tutto questo non c’era. Non era ancora uno dei borghi più belli d’Italia, per strada non c’erano targhe commemorative o indicazioni precise rivolte ai turisti. All’epoca, Castelmola si riduceva a  una piazza vivace e un panorama indimenticabile aperto sul mare e sul vulcano. Che comunque non era poco. Ma non preoccupatevi: non smette di incantare neanche adesso, che è diventato più consapevole del suo fascino.

Gole dell’Alcantara

Ancora una dritta per gli amanti della natura e dell’acqua. Parlo di acqua molto fredda, però. Che siate solo adulti o che ci siano dei bimbi che viaggiano con voi, le Gole dell’Alcantara elettrizzeranno tutti. Il Parco naturale si trova nell’entroterra, a circa 25 km da Taormina, e offre numerose attività da fare a contatto con il fiume, adatte a tutti e a diversi livelli di impegno e difficoltà. Ma se l’idea di immergervi nell’Alcantara non vi convince, sappiate che potrete recarvi lì anche solo per una passeggiata o per ammirare un paesaggio meraviglioso e alquanto insolito.

Vulcano Etna

Dopo averlo osservato a lungo da lontano, dai tanti balconi sul mare di Taormina, non vi andrebbe di vederlo anche da vicino e accarezzare la sua terra nera? Se c’è una cosa che consiglio sempre di fare a chi viene in Sicilia orientale è proprio un’escursione sul nostro vulcano. L’Etna offre paesaggi unici, camminate panoramiche (alla portata di tutti) ed esperienze indimenticabili. Esploratelo con una guida o un tour organizzato, mi raccomando: oltre a divertirvi e imparare molte più cose sarete anche molto più sicuri.

Dove mangiare a Taormina 

Dopo i suggerimenti su cosa vedere a Taormina e dintorni è giunto il momento di dedicarsi ai piaceri della tavola. Che, come sapete bene, in Sicilia sono proprio tanti.
A questo proposito, se volete esplorare sapori e ricette locali, con un occhio di riguardo particolare per i piatti a base di pesce, vi propongo due nomi, che a Taormina sono delle vere e proprie certezze: il Ristorante Malvasia, che si trova quasi alla fine del centro storico e a poca distanza dall’arco di Porta Catania, e il Granduca, che si trova invece sul Corso Umberto.
Una delle migliori (e originali) granite sicule della vostra vita la proverete invece al Bam Bar, sempre in centro e a poca distanza dal Teatro Greco. Carinissimo e decorato con le ceramiche siciliane, il Bam è famoso non a caso per la quantità enorme di gusti che è possibile assaggiare (tutti quelli che non si trovano da nessun’altra parte). Vi consiglio di abbonarvi qui per tutte le colazioni e le merende della vostra vacanza.

Dormire a Taormina 

Chi desidera scoprire cosa vedere a Taormina di solito vuole anche capire se e come alloggiare in città.
Taormina non sarà certo la destinazione più economica nella quale vi troverete a prenotare un hotel. Ma se il budget non vi preoccupa e avete in mente una fuga romantica di un paio di notti o un’occasione speciale da festeggiare non troverete molti posti migliori di questo.
La maggior parte degli hotel di Taormina è di fascia molto alta: in questo il Timeo, l’Excelsior o il Continental sono delle certezze. Ma ci sono anche tantissimi hotel belli, panoramici e meno lussuosi con camere dai prezzi più abbordabili. Per non parlare della rete fittissima di B&b e appartamenti per vacanze, anche questi con costi variabili ma in genere più accessibili. Vale poi, come sempre, la regola che più ci si allontana dal centro e dalla zona prettamente turistica e più si abbassa il prezzo a persona.

taormina cosa vedere in un giorno

Dove andare al mare a Taormina 

Tra i posti da visitare a Taormina non possono mancare le spiagge. E ve lo dico con il cuore: il tratto di costa che unisce Catania e Messina è uno dei più belli della Sicilia. O forse dei più belli per me, che ci sono cresciuta. Ma poco importa.
Ci sono spiagge di sassolini ampie e spaziose, con porzioni libere alternate agli stabilimenti privati. Il mare è blu, a volte ondoso, e profondo dopo pochi metri. A proposito, ho scritto un post sulle spiagge più belle della Sicilia orientale, dove, tra le altre, cito anche quelle che sto per suggerirvi.
A chi desidera fare un tuffo dove l’acqua è più blu, consiglio soprattutto tre posti vicino Taormina: Letojanni, Giardini Naxos e l’Isola Bella.
A Letojanni ho trascorso gran parte delle mie estati da bambina e adolescente. È il classico paesino delle vacanze al mare, dove troverete tutto quello che potrà servirvi, dall’ottimo cibo (il cibo in Sicilia non manca mai) ai vari servizi. Si trova quasi sotto Taormina, dovete solo percorrere la strada che scende dalla collina e seguire le indicazioni. Giardini Naxos, una cittadina più grande, si trova invece pochi chilometri più in là e dall’altro lato, in direzione Catania. Infine, la regina: l’Isola Bella. La vedrete dalla statale che conduce a Giardini. In spiaggia libera si accede tramite una scala al lato della strada. Cercate di arrivare molto presto, la spiaggia è minuscola (praticamente una lingua di terra) e in alta stagione si riempie velocemente. Anche qui troverete un paio di stabilimenti privati.

mare a taormina

dove andare al mare a taormina

Cosa non fare a Taormina, gli errori da evitare

Questa per me è una novità. Non sono solita dare consigli su cosa non fare in questa o quella località, ma dato che stavolta parliamo di uno dei posti più turistici e frequentati che conosca, mi sento autorizzata a elargire qualche perla di saggezza in più.
Non vi tedierò a lungo: chiudo infatti questa guida su cosa vedere a Taormina con un unico avvertimento. Si tratta di qualcosa al quale ho già fatto riferimento in altri articoli e che riguarda il periodo dell’anno migliore per programmare un viaggio da queste parti. Ecco, tenete presente che se verrete in visita a Taormina a luglio, o peggio ancora in agosto, non sarete gli unici a voler percorrere il Corso Umberto avanti e indietro. O a volervi affacciare dal belvedere di Piazza IX Aprile. O a cercare un tavolo sui gradini di qualche vicolo. Tra luglio e agosto, Taormina diventa uno dei luoghi più affollati della Sicilia; ed è sempre stato così, me lo ricordo sin da bambina. Per non parlare dei costi di qualsiasi cosa che, trattandosi di altissima stagione, in questo periodo lievitano pesantemente.
La bellezza della città rimane intatta, sia chiaro; diventa solo un po’ meno godibile. Si perde un po’ la poesia. Pertanto, se potete, preferite altri momenti dell’anno per il vostro viaggio da queste parti: il primo autunno o la primavera andranno decisamente meglio. 

Con questo articolo, ne sono certa, vi avrò fatto venire voglia di Sicilia. Ne sono contenta, era proprio quello che intendevo fare. Per altre idee e spunti di viaggio alla scoperta della mia terra meravigliosa vi suggerisco i miei post sulle località insolite della Sicilia, su cosa vedere a Siracusa e dintorni, su Ragusa e il suo Barocco straordinario e su Modica, una delle perle più belle della Sicilia meridionale.

 

2 Comments
  • Patrizia
    Posted at 18:00h, 18 Novembre Rispondi

    Due consigli che considero indispensabili quelli di evitare le affollate ed essere attenti anche al più piccolo dettaglio, Sto imparando nel mio piccolo ad applicarli. Non vorrò perdermi un giorno la vera atmosfera di quel teatro antico…

    • Alla fine di un viaggio
      Posted at 14:44h, 19 Novembre Rispondi

      Te lo consiglio, Patrizia. È un luogo incantevole… al tramonto, soprattutto. Con quei colori nel cielo e il profilo dell’Etna alle spalle del teatro.
      Un abbraccio!

Post A Comment

Pin It on Pinterest

Share This