cosa vedere a Cesenatico

Cosa vedere a Cesenatico, piccola perla adriatica

Se anche solo cinque anni fa qualcuno mi avesse detto che una delle mie “comfort zone” della domenica sarebbe diventata una cittadina romagnola affacciata sull’Adriatico sabbioso e dall’animo un po’ troppo modaiolo per i miei gusti non ci avrei mai creduto. Ma poi, invece, così fu.
E così, a distanza di qualche anno dallo scoccare di quella scintilla, apro per voi una finestra su un piccolo mondo che ormai ho praticamente fatto diventare una delle mie millemila dimore (che fortuna sentirsi sempre a casa, ovunque essa sia) e vi racconto cosa vedere a Cesenatico. Non che Cesenatico abbia bisogno di grandi presentazioni, visto che si trova in uno dei punti cruciali della rinomata movida romagnola, su un litorale disseminato di località altrettanto rinomate e vivaci. Ma comunque, al di là della popolare collocazione geografica, Cesenatico è proprio bella. E ve lo dico con il cuore, ma anche con l’incredulità di chi, fino a poco tempo fa, credeva che non ci fossero località sul mare che potessero suscitare tanta commozione quanto i paesini costieri della Sicilia. Ma le cose, nella vita, cambiano, e anche radicalmente. E, negli ultimi anni, per me Cesenatico è diventata molto più di una cittadina dell’Adriatico modaiolo, anzi. Ormai, è qualcosa di molto diverso. E ha il sapore dei weekend vissuti in libertà, quando mettiamo in moto l’auto senza avere in mente alcun programma preciso, spinti solo dalla voglia di lasciare la città per rivedere il mare. O di andare a mangiare il mio crescione preferito, che male di certo non fa.

cosa vedere a Cesenatico in romagna

Cosa vedere a Cesenatico

Ne consegue che, per quanto mi riguarda, se avete in programma un viaggio in Emilia-Romagna non potete non passare da qui. Cesenatico è una delle località marinare più belle e caratteristiche che la mia regione adottiva ha da offrire. Qui di seguito vi presento ciò che non potete perdere quando verrete in visita in città (che poi è talmente piccola che non vi ci vorrà molto a compiere le varie tappe). E non pensate che l’autunno o l’inverno non siano le stagioni adatte, anzi. Persino sotto un cielo ombroso Cesenatico mette allegria. 

Spiaggia di Cesenatico

Se mi chiedete cosa fare a Cesenatico non posso che rispondervi con quello che faccio immancabilmente io tutte le volte (le tante volte) che ci vado: una lunga passeggiata sulla spiaggia. Con le altre sue sorelle adriatiche (Cervia e Rimini in primis), Cesenatico condivide la fortuna di una spiaggia immensa dove, persino nelle domeniche primaverili di festa e di sole, quando si è in centinaia a passeggiare sulla battigia non ci si scontra mai. C’è spazio per tutti, insomma.
Come ho detto altre volte, per me l’Adriatico e le sue spiagge rendono soprattutto fuori stagione, o meglio: nelle stagioni che non sono l’estate. Per un fatto di pienone, ovviamente. Ma anche di colori. La spiaggia di Cesenatico è perfetta persino in inverno. Io la amo soprattutto con le sfumature accese del tramonto, quando il cielo devia sui toni del rosa e la sua luce si riflette inevitabilmente nel mare. Quando a un certo punto vedrete che in giro non c’è più nessuno, non temete: i gabbiani e soprattutto le gabbianelle, con le loro corse isteriche sulla riva, non vi lasceranno soli mai.

cosa vedere a Cesenatico la spiaggia

cosa vedere a Cesenatico il Grattacielo

Molo di Levante

Che arriviate dalla spiaggia o dal porto canale, un’altra passeggiata da fare è quella lungo il Molo di Levante (o di Ponente? Perdonate l’incertezza, ad ogni modo non potrete non arrivarci). Che è un’ottima occasione per addentrarsi ancora di più nei colori e nella brezza dell’Adriatico. Oppure, per sedersi e osservare la spiaggia e il paese da un punto di vista privilegiato (persino il Grattacielo di Cesenatico acquista un certo fascino, da lontano). O, ancora, per fotografare i trabucchi di legno scuro, con al fianco le grosse reti spiegate (che rimarranno sempre uno dei miei soggetti preferiti).
Se desiderate ardentemente riempire i polmoni di aria di mare è lì che dovete andare. Sul molo il vento è più invadente, vi colmerà in un attimo. Solo che poi non avrete più voglia di andare via.

cosa vedere a Cesenatico i trabucchi

cosa vedere a Cesenatico il molo di levante

Cesenatico, cosa vedere: il Porto Canale Leonardesco

Ed eccoci al cuore della questione. Tra le cose da vedere a Cesenatico, quella che più di tutte rende la città irresistibile è il Porto Canale Leonardesco. È qui, in questo meraviglioso corridoio ridisegnato da Leonardo da Vinci, che i colori di Cesenatico esplodono, uno accanto all’altro.
Il canale attraversa praticamente tutto il centro della città e scivola lento verso il mare portandosi dietro scie di luci, voci e profumi. Prima di approdare nell’Adriatico, tocca alcuni dei punti di interesse principali di Cesenatico, tra cui il Museo della Marineria e la Chiesa Parrocchiale di San Giacomo, subito di fronte. La casa museo di Marino Moretti, poeta e scrittore che visse ed ebbe i natali proprio qui. Il Monumento a Giuseppe Garibaldi in Piazza Pisacane. Ancora, la caratteristica Piazza delle Conserve, chiamata così per i larghi pozzi in pietra dove, a partire dal Cinquecento, venivano conservati il pesce fresco e altri alimenti sotto generosi strati di neve.
Lungo le rive, poi, non si contano le trattorie, i bar e le piadinerie dove assaggiare il meglio che la tradizione culinaria romagnola ha da offrire. Una volta giunti in fondo, in direzione porto, se non volete tornare indietro potrete passare da un lato all’altro del canale a bordo del mini traghetto turistico all’esorbitante cifra di qualche centesimo. Un altro modo carino per affondare i piedi nel rapporto stretto che unisce Cesenatico al suo mare.

cosa vedere a Cesenatico porto canale

cosa vedere a Cesenatico in romagna cosa fare a cesenatico

Museo della Marineria

Forse non tutti quelli che si chiedono cosa vedere a Cesenatico sanno che proprio qui esiste uno dei musei marittimi più belli e interessanti d’Italia. Oltretutto, se il Porto Canale di Cesenatico è un inno alla bellezza e all’allegria dei colori il merito è anche del Museo della Marineria. Qualcosa di più unico che raro, visto che si tratta di un vero e proprio museo a cielo aperto: la Sezione cosiddetta Galleggiante consiste, infatti, in dieci imbarcazioni esposte in acqua tutto l’anno, che rappresentano le tipologie più comuni di barche che venivano utilizzate nell’Alto Adriatico tra Ottocento e Novecento. In primavera ed estate, queste dieci meraviglie si decorano con le coloratissime vele che riportano i simboli delle famiglie dei pescatori. Sempre con la bella stagione, è inoltre possibile salire sul traboccolo da trasporto e visitarne la stiva.
Al museo galleggiante si affianca anche la Sezione a Terra, all’interno del padiglione ricavato nel palazzo subito di fronte, che offre un percorso di conoscenza completo sulla marineria. Una parte del museo è infatti dedicata al lavoro di costruzione delle barche con l’esposizione di materiali e pezzi autentici. Ma si racconta anche la vita dei pescatori, i pericoli che affrontavano giorno dopo giorno, così come l’evoluzione della navigazione nell’Alto Adriatico, fino alla nascita delle prime imbarcazioni a motore.

cosa vedere a Cesenatico il museo della marineria

cosa vedere a Cesenatico il museo galleggiante

Spazio Pantani

La stazione di Cesenatico si trova a poca distanza dal Porto Canale. Qui, all’interno di un ex magazzino è allestito lo Spazio Pantani, il museo celebrativo delle imprese del “Pirata” romagnolo, voluto fortemente dalla sua famiglia, in collaborazione con la Fondazione Marco Pantani e il Comune di Cesenatico.
Lo Spazio racconta la vita e i successi di Marco Pantani, con le immagini dei momenti indimenticabili, i trofei, le immancabili biciclette e tantissimi altri ricordi.
Per gli appassionati di ciclismo che si chiedono cosa visitare a Cesenatico questa è indubbiamente una tappa obbligata.

Monumento alle Spose dei Marinai

Tra le attrazioni Cesenatico ce n’è una che mi ha particolarmente commosso, la prima volta che l’ho vista. Anzi, a dire il vero, mi tocca almeno un paio di corde in profondità tutte le volte che me la trovo davanti. Sto parlando di un monumento che si trova poco fuori dal centro, in una piazza laterale al porto, sul lungomare di Ponente. Trattasi della statua dedicata alle Spose dei Marinai, eretta nei primi anni del Duemila in memoria di tutte le donne che in passato attendevano il ritorno dei loro uomini (compagni, figli o mariti) con le loro imbarcazioni. La statua, in bronzo, è opera di Quinto Pagliarani, e raffigura una donna in compagnia dei suoi due bimbi, tutti e tre intenti a guardare (cercare) l’orizzonte. Uno dei due fanciulli indica qualcosa: un segno che l’attesa, finalmente, è finita.

cosa vedere a Cesenatico il monumento alle spose dei marinai

Cesenatico e dintorni 

Dopo i consigli su cosa vedere a Cesenatico ecco qualche idea su cosa visitare nelle immediate vicinanze. Chi avrà la possibilità di fermarsi da queste parti per alcuni giorni o una settimana non si annoierà di certo: Cesenatico si trova infatti in una posizione molto fortunata, a poca distanza da alcune delle località più belle dell’Emilia-Romagna.

Innanzitutto, a una decina di chilometri verso nord si trova Cervia, la gemella costiera di Cesenatico. Una cittadina un po’ più grande, ma altrettanto vivace e molto carina.
Salendo ancora, si incontrano prima il parco divertimenti di Mirabilandia e poi, a circa 36 chilometri da Cesenatico, si arriva a Ravenna, città d’arte e poesia. Sono certa che l’incanto dei suoi mosaici vi ruberà il cuore.
Anche andando in direzione sud vi andrà bene: a 25 chilometri ecco Rimini, che è tanto conosciuta per le sue spiagge e le sue serate goderecce, ma in realtà ha molto altro da offrire. Ad esempio, un centro storico altamente godibile, pieno di monumenti antichi (molti dei quali risalenti all’epoca dei Romani), un quartiere romanticissimo (Borgo san Giuliano) e un lungomare assolato, tutto da passeggiare.
Se volete esplorare un po’ di più l’entroterra e rivolgere lo sguardo verso le colline, che in Emilia-Romagna sono piuttosto fiorenti e generose, potreste visitare alcuni dei borghi più belli della regione: io consiglio Santarcangelo di Romagna e Longiano, che da Cesenatico distano solo un ventina di chilometri.

cosa visitare a Cesenatico

Agli amanti delle cittadine sul mare suggerisco la lettura dei miei post su Cefalù, la Sicilia Orientale, Otranto, Grado e Senigallia. Per un on the road attraverso splendide località costiere in Italia e all’estero vi lascio le mie guide sull’Istria, l’Andalusia, il Portogallo del Nord, il Salento e le Marche.

4 Comments
  • Andrea - Impronte Nel Mondo
    Posted at 11:43h, 19 Aprile Rispondi

    Ok, confesso: non sono mai stato a Cesenatico.
    Ma nemmeno di passaggio.!
    Abbiamo sempre associato Cesenatico alla movida della costa romagnola, quanto di più lontano dalla nostra idea di viaggio.
    Mi fa molto piacere, leggendo questo post, dovermi ricredere.
    I piccoli borghi marinari ci piacciono tantissimo e quindi dovremo mettere anche Cesenatico tra i posti da vedere!
    …magari in periodi abbastanza lontani dal delirio estivo della riviera! 🙂

    • Alla fine di un viaggio
      Posted at 14:15h, 19 Aprile Rispondi

      sì te la consiglio assolutamente! Tempo permettendo è bella anche in inverno 🙂
      Grazie del commento! 🙂

  • Silvia The Food Traveler
    Posted at 13:50h, 20 Aprile Rispondi

    Hai ragione: Cesenatico è proprio bella. Ci sono stata la prima volta anni fa e ti confesso che prima di partire non avrei mai pensato di innamorarmi di questa città. Vorrei tornarci, magari quest’estate.

    • Alla fine di un viaggio
      Posted at 18:26h, 20 Aprile Rispondi

      te lo auguro, Silvia! E lo auguro anche a me 🙂

Post A Comment

Pin It on Pinterest

Share This