#wanderlusttag

La Sindrome di Wanderlust è la malattia del viaggiatore e di tutti coloro che non riescono a stare fermi in un posto e sentono l’irrefrenabile desiderio di esplorare il mondo, di vedere luoghi nuovi e di conoscere nuove culture.

Bellissima malattia, la sindrome di Wanderlust. Certo, poi devi farci i conti anche nei periodi in cui vorresti tanto partire ma di viaggiare proprio non se ne parla. Credo che la sindrome accomuni tutti noi che gestiamo un travel blog e che quindi, del viaggio non apprezziamo solo il lato pratico, “esplorativo” ma anche quello evocativo. Viaggiare soltanto non ci basta; vogliamo anche raccontarlo. Molto carina quindi l’idea di Iris & Periplo blog di lanciare una “catena” delle persone malate di Wanderlust.

Accetto ben volentieri di partecipare: come ho già scritto, condividere con gli altri le proprie esperienze di viaggio è uno degli aspetti che più mi sta appassionando da quando ho aperto il blog. Il racconto, già di per sé, è ricchezza; se si tratta di un racconto di viaggio lo è ancora di più.

E ringrazio Trip&Dream2908 per avermi nominata 😉

Queste le semplici regole:

Nominare chi ha ideato questo Tag: Iris & Periplo Blog

Utilizzate la foto qui sopra e aggiungete nei tag #wanderlusttag (sarà più semplice leggervi tutti!)

Rispondete alle 10 domande e se ne avete voglia utilizzate le foto dei vostri viaggi

Nominare almeno 3 blog

Ed ecco le domande:

1. Per prima cosa: dove siete stati finora?

2. Qual’è la città o paese più bello dove siete stati?

3. Siete stati più di una volta nello stesso posto o preferite visitare ogni volta un posto nuovo?

4. Consigliatemi il miglior locale (ovunque nel mondo) dove siete stati a mangiare.

5. Siete per le vacanza al mare, in montagna o per le città?

6. Qual’è il souvenir che non mancate mai di portare a casa?

7. Nella vostra valigia cosa non manca mai?

8. In quale luogo già visitato ritornereste volentieri?

9. Ed invece in quale posto già visitato non tornereste?

10. La meta del vostro prossimo viaggio?

E ora… le mie risposte

  1. Posti ne ho visti tanti… ma mai quanti sono quelli che devo ancora visitare!
  2. Se devo pensare a un posto che mi ha lasciato addosso una sensazione di meraviglia e di stupore qualunque cosa vedessi, toccassi o assaporassi quello è Istanbul (non a caso le ho dedicato uno dei primi post che ho pubblicato qui sul blog)
  3. Dipende da cosa mi è rimasto dentro dopo averlo visitato. Ci sono posti dove vorrei assolutamente tornare, come l’Andalusia, posti dove so che tornerò anche più di una volta, come la Germania, città come Berlino dove andrei ogni weekend. E poi ci sono posti che, per quanto bellissimi, non hanno saputo emozionarmi al punto da ritornarci.
  4. Senza alcun dubbio: fatevi ispirare dalle trattorie sicule. Una qualunque in un qualunque punto dell’isola. Possibilmente una di quelle trattorie con quattro tavoli e le tovaglie a quadrettoni, dove il cameriere (che spesso è il proprietario stesso o il figlio del proprietario) prende nota delle ordinazioni su un vecchio block notes. Quelle che propongono ogni giorno poche portate fatte con gli ingredienti “di giornata”. Una qualunque, vi dico. Non ve ne pentirete.
  5. Sono per le vacanze ricche di cose da esplorare, esperienze da provare, cose buone da assaggiare. Una vacanza solo di mare non mi basta. Ho bisogno di girare. Poi qualche tuffo non guasta, ovvio.
  6. La calamita per il frigorifero. Non mi interessa comprare niente altro, giuro. Ma per le calamite ho una passione.
  7. La macchina fotografica e i miei appunti di itinerario. E qualche strato di troppo che poi, puntualmente, non utilizzo. È che mi piace essere prudente, specie se vado in un luogo più freddo di quello da quale provengo.
  8. Ho già detto Berlino? Scherzo, lo so di avervi già fatto una testa così nonostante abbia aperto il blog da pochi mesi. Poi ci sono Dublino, Amsterdam, Siviglia e, in generale, quasi tutti i posti che ho già girato.
  9. Forse tra i posti che ho visitato Bruxelles è quello che mi ha appassionato meno. Credo ci siano tanti altri luoghi, in Belgio, molto più interessanti. Ma ovviamente è solo un mio pensiero.
  10. Presto farò un salto in Salento 😉

E adesso le mie nomination!

Sono molto curiosa di leggere le risposte di:

Blueberry Storieshttps://ileniaprovenzi.wordpress.com

Nel cuore della Scoziahttps://nelcuoredellascozia.com

Viaggiare con gli occhialihttps://viaggiarecongliocchiali.wordpress.com

The Food Travelerhttps://thefoodtraveler.net

Where are Ale&Vale? https://aleandvale.com

Sognando viaggi https://sognandoviaggi.wordpress.com

(sperando che non abbiano già ricevuto la nomination da qualcun altro)

17 Comments
  • Alessia
    Posted at 19:18h, 09 novembre Rispondi

    Che bello, adoro partecipare ai tag!?
    Mi trovi d’accordissimo con te per quel che riguarda Berlino. Potrei viverci in quella città per quanto mi è piaciuta… E poi devo assolutamente trovare il modo di andare in Sicilia. Le trattorie come le hai descritte tu mi hanno fatto venire in mente Montalbano. Ci credo che ho quasi sentito odore di pasta con le sarde?? A presto con le nostre risposte. Intanto grazie per aver pensato a noi? Ciao

    • Alla fine di un viaggio
      Posted at 22:24h, 09 novembre Rispondi

      Grazie a voi per l’entusiasmo! 🙂 Dai, ti auguro di andarci presto in Sicilia, ovviamente mi farà troppo piacere potervi riempire di consigli (trattorie comprese). Non vedo l’ora di leggervi! A presto!

  • Giulia
    Posted at 19:56h, 09 novembre Rispondi

    Grazie per la nomination! Anch’io adoro Berlino, benvenuta nel club! Ci sono stata almeno quattro volte e ancora non mi sono stancata 😀 Le trattorie sicule mi ricordano molto le omologhe romane, spesso la bontà e il sapore dei cibi è direttamente proporzionale alle macchie di unto sui vestiti dei camerieri/cuochi. Ma penso sia quasi impossibile trovare un luogo in Italia dove si mangi male 🙂
    Un abbraccio!

    • Alla fine di un viaggio
      Posted at 22:18h, 09 novembre Rispondi

      Ciao Giulia! La proporzione con le macchie di unto è fantastica!! 😀 Mi trovi d’accordo, in Italia è quasi impossibile mettersi a dieta

  • Beatrice
    Posted at 20:33h, 09 novembre Rispondi

    Grazie per la nomination! Le domande sono molto interessanti e non vedo l’ora di rispondere 🙂
    Non so se la mia è una sindrome di Wanderlust ma sicuramente adoro viaggiare anche se, ahimè, non è sempre così semplice! Il mio prossimo viaggio è domani (Bruxelles, che leggo non ti ha entusiasmata, e non sei l’unica! Aiuto!), ma appena torno darò anch’io risposta a queste belle domande 🙂 Buona serata e grazie ancora!
    Ps: la risposta n°7 ce l’abbiamo in comune! ,)

    • Alla fine di un viaggio
      Posted at 22:23h, 09 novembre Rispondi

      Grazie a te, Beatrice… Guarda, io ho sentito tante persone che invece Bruxelles l’hanno adorata. Quando ci sono andata il mio pensiero principale era passare un po’ di tempo con una cara amica che viveva lì e che non vedevo da un po’, quindi forse non ero molto ricettiva nei confronti della città. Fai buon viaggio e, al rientro, fammi sapere cosa te n’è parso! Ps: mi raccomando, portateli questi benedetti strati in più, lì fa freddo veramente 😀

      • Beatrice
        Posted at 22:49h, 09 novembre Rispondi

        Il meteo non promette nulla di buono in effetti! Berretto, guanti e vestiti caldi già messi in valigia 🙂 A presto!

  • Silvia - The Food Traveler
    Posted at 23:36h, 09 novembre Rispondi

    Grazie per la nomination, cercherò di rispondere presto 🙂
    Ah ah anche tu sei in fissa con Berlino!

  • Daniela - The DAZ box
    Posted at 09:30h, 10 novembre Rispondi

    Wow che bello questo progetto! Ma si può partecipare anche se non si è stati taggati?! 😉 PS Sei come mia suocera, anche lei ha il frigo pieno di calamite. Però lei le commissiona, quindi non è proprio la stessa cosa!

    • Alla fine di un viaggio
      Posted at 09:35h, 10 novembre Rispondi

      ahahahaahahah!!!! e no, vuoi mettere tornare a casa con un piccolo trofeo scelto da sé? 😀 Non so se si possa partecipare anche se non si è taggati, però ti dico già che domani dovrò rispondere a un’altra catena simile a questa quindi considerati già prenotata! 😉

  • Nomination per il Liebster Award 2016: grazie! | Alla fine di un viaggio
    Posted at 10:28h, 11 novembre Rispondi

    […] ammettere che ci ho preso gusto: dopo la nomination per il #wanderlusttag di un paio di giorni fa eccone un’altra. Questa volta allafinediunviaggio.com è stato nominato […]

  • ChiaraPaglio
    Posted at 10:53h, 11 novembre Rispondi

    Ma che bello questo tag, non lo conoscevo ancora. Adoro queste iniziative, quasi quasi partecipo. Anch’io non manco mai di riportare una calamita a tema 🙂

    • Alla fine di un viaggio
      Posted at 11:07h, 11 novembre Rispondi

      Ciao Chiara! Ho appena risposto a un’altra catena di domande 🙂 La prossima volta che mi capita ti invito a partecipare 🙂

  • Blueberry Stories
    Posted at 22:39h, 11 novembre Rispondi

    Grazie mille di avermi invitata a partecipare! Rispondo molto volentieri, questo tag è bellissimo 😀

  • #Wanderlust Tag | VIAGGIARE CON GLI OCCHIALI
    Posted at 16:56h, 23 novembre Rispondi

    […] di tutto ringrazio Alessia di WhereAreAle&Vale, Velia di Alla fine un viaggio e Daniela di the DAZ box per avermi nominata e mi scuso nuovamente per il super-ritardo! Taggo […]

Post A Comment

Pin It on Pinterest

Share This