In partenza per Lisbona

In partenza per Lisbona

Partire è sempre una bella idea. Una felice idea.
E io sono strafelice perché domani ho un aereo che mi aspetta. Il momento tanto atteso è finalmente arrivato: sono in partenza per Lisbona.
Il mio “autoregalo” per il compleanno, con un mese di anticipo. Perché non c’è niente di meglio di un viaggio per festeggiare una qualsiasi ricorrenza, figuriamoci il compleanno di un Sagittario.

Quattro giorni in una città che aspetto da sempre e che amo pur non avendola mai vista.
Per me Lisbona è una grande promessa. Una promessa fatta di piazze monumentali, salite, discese, tram ed elevadores. Condita dal sapore dolce dei pasteis e da quello pieno del bacalhau. E con i colori degli azulejos, dei vicoli di Alfama e della Mouraria, dei graffiti della LX Factory, dei tramonti che spero di sorprendere da uno dei tanti miradouros della città.
Sono previsti fino a 20 gradi nei prossimi quattro giorni, con un cielo tendenzialmente sereno (in realtà uno dei siti web che ho appena consultato porta pioggia debole in un paio di orari ma farò finta di non essermene accorta), per cui i tramonti con vista Tago dovrei riuscire a beccarli. E direi che posso tranquillamente lasciare il piumino invernale a casa.

In partenza per Lisbona

Vi porterò tutti con me. E non è una cosa detta tanto per dire. Nell’itinerario che ho costruito con pazienza e accortezza un paio di sere fa ho messo dentro anche i tanti consigli che mi avete dato su Facebook e Twitter e dei quali non finirò mai di ringraziarvi. Se questo viaggio sarà speciale il merito sarà anche vostro.
Forse ho buttato giù un programma leggermente ambizioso e che non tiene tanto conto del tempo che impiegherò a fare saliscendi tra Barrio Alto e quartieri bassi. Ma che importa! Seguirò esclusivamente i tempi e i ritmi miei e se qualcosa dovesse restare fuori, pazienza. Vorrà dire che prenoterò un nuovo volo per Lisbona.

Spero vogliate seguirmi in questo viaggio in solitaria. Verrò a bussarvi sui vostri canali social con foto e aggiornamenti quotidiani. A proposito di foto: con molta probabilità vi bombarderò, tenetevi pronti.
Perché non c’è entusiasmo più grande di quello del prendere un aereo, aprire gli occhi altrove e scoprire posti nuovi.
Partire è sempre una felicissima idea. E per quanto riguarda me è di sicuro l’idea più felice in assoluto.

 

Leggi anche

Viaggiare da soli in Europa: quattro idee

Perché si viaggia

My Travel rules: qualcosa di personale

Cinque grandi viaggi da realizzare

2 Comments
  • Giulia_SpinningTheGlobe
    Posted at 16:52h, 20 novembre Rispondi

    Buon viaggio! Seguirò sicuramente il tuo viaggio sui social. 😉

    • Alla fine di un viaggio
      Posted at 09:48h, 21 novembre Rispondi

      Grazie, Giulia!!! Un abbraccio!

Post A Comment

Pin It on Pinterest

Share This