dove mangiare a Valencia

Cosa e dove mangiare a Valencia: piatti tipici e posti carini

Ah, la Spagna! Uno di quei paesi in cui più volte vai e più volte vorresti tornare. Un posto che non stanca mai e che difficilmente delude i suoi visitatori, specie in termini di bellezze architettoniche e vita mondana.
E poi, oltre alle bellezze per così dire urbanistiche ci sono anche quelle che ti ritrovi nel piatto: mai, e dico mai, una volta che abbia mangiato male in Spagna. Davvero. Dalla colazione al dopo cena ricordo solo delle grandi abbuffate piene di soddisfazione durante ogni viaggio.
Una cucina che si lascia apprezzare probabilmente perché non si distacca troppo dalle abitudini mediterranee che noi italiani sbandieriamo fieramente ai fornelli. Carne, pesce, carne e pesce insieme, prosciutti, riso, verdure; insomma, la Spagna, a tavola, non ci fa mancare proprio nulla.
Valencia, l’ultima città spagnola che ho visitato, non è stata da meno. Ho mangiato e bevuto benissimo. E siccome per me uno dei modi più interessanti di conoscere un luogo consiste, appunto, nel prendere posto a tavola e dare libero sfogo alla fame, ecco una guida in cui vi presento cosa e dove mangiare a Valencia: una piccola selezione delle cose migliori che ho assaggiato e qualche idea sulle zone della città che, in quanto a scelta di locali e ristoranti, non vi lasceranno a bocca asciutta.

Ristorante del centro dove mangiare a Valencia

Se però prima di pensare al benessere della panza volete rinfrescarvi la memoria sulle cose da vedere in città vi lascio qui il link al mio post: Cosa vedere a Valencia in tre giorni

Dove mangiare a Valencia

Il Mercato Centrale di Valencia (e le vie intorno)

In assoluto il primo posto dove mangiare a Valencia (ma anche il primo posto da visitare). Il Mercato Centrale di Valencia, che all’esterno si presenta bellissimo e pieno di vita, al suo interno vi costringerà a mettere mano al portafoglio diverse volte. I suoi negozi espongono in bella vista jamones di tutti i tipi, formaggi, dolciumi, spezie, frutta e verdura. Insomma, qui potete fare la spesa per la vostra vacanza o acquistare qualcosa da mangiare al volo.
Subito fuori dal Mercato e nella zona intorno troverete invece tantissimi bar, locali e trattorie in cui consumare un pasto comodamente seduti, pagando conti più abbordabili rispetto a zone come quella di Plaça de l’Ajuntament.
Lo stesso dicasi per i tanti localini situati tra il Mercato e la Lonja de la Seda. Anzi, da queste parti vi renderete subito conto di una cosa: Valencia è un susseguirsi di piazze e piazzette, ognuna delle quali sembra messa lì proprio per rappresentare l’occasione di fermarsi a bere qualcosa e fare quattro chiacchiere. Che poi questo è uno dei motivi per i quali Valencia mi ha ricordato il sud Italia e mi ha fatto tanto sentire a casa.

Mercato centrale dove mangiare a Valencia

dove mangiare a Valencia nei dintorni della lonja

I locali del Barrio del Carmen

Allungando il passo verso il Barrio del Carmen, l’intreccio di vicoli più famoso della città proprio per la sua vita serale e notturna, di bar e locali dove mangiare a Valencia ne avrete a bizzeffe. Qui troverete di tutto, dalle tapas alle pizzerie d’asporto, dai ristoranti di cucina locale a quelli etnici e quelli vegetariani. E vi troverete in un quartiere bellissimo e giovane, del quale ho tentato di immortalare ogni angolo (e ogni muro: le opere di street art non si contano).

locali dove mangiare a Valencia

dove mangiare a Valencia in centro

Il Mercat de Colòn: dove mangiare la paella a Valencia

Cambiamo zona, addentriamoci in una Valencia meno storica ma comunque centrale, moderna ed elegante. Siamo nei pressi della Estació del Nord (la stazione centrale dei treni di Valencia) e poco distanti da Plaça de l’Ajuntament. Qui siete circondati da palazzi bellissimi, negozi e uffici. 
In questa zona si nasconde un altro dei posti più carini dove mangiare a Valencia: il Mercat de Colón. A differenza del Mercato Centrale, al suo interno non ci sono negozi in cui fare la spesa ma veri e propri piccoli ristorantini, gelaterie e locali in cui bere qualcosa. Mi è piaciuto un sacco, sia fuori che dentro. E poi è stato qui che ho mangiato finalmente la vera paella valenciana (ma la troverete ovunque).

Mercat de Colon dove mangiare a Valencia

Cosa mangiare a Valencia: alcune specialità da provare

La paella valenciana

Dopo aver dato qualche suggerimento su dove mangiare a Valencia passiamo alle cose serie: i cibi da provare. E, ovviamente, non si può che aprire l’argomento partendo da una regina della cucina spagnola, il primo piatto che a tutti sulla faccia della terra viene in mente quando si parla di Spagna: la paella valenciana
Come dicevo prima, io l’ho consumata felice e contenta in uno dei ristorantini del Mercat de Colòn. Ricordatevi solo che la vera paella valenciana non è quella con il pesce o con il pesce e la carne insieme ma è quella a base di carne e verdure (soprattutto peperoni, a giudicare da quella nel mio piatto). Squisita!

dove mangiare a Valencia la paella

Le tapas

Io potrei mangiare tapas tutti i giorni due volte al giorno e sarei pienamente soddisfatta. Chiaro, le migliori le ho mangiate in Andalusia ma anche altrove in Spagna non si scherza. Ricordo quelle provate a Barcellona e, appunto, a Valencia.
Anche qui ne troverete diverse a base sia di carne e sia di pesce e sia di verdure. I prezzi più o meno si eguagliano (a quanto ricordi dal mio viaggio in Andalusia): a seconda dei posti, a Valencia trovi tapas sulle 4-5-6 euro l’una. Ma nella zona “vip” i prezzi ovviamente si alzano.

piccolo bar dove mangiare a Valencia

La crema di prosciutto (crema de jamon)

Una vera bontà. Una crema chiara, leggerissima e saporita, accompagnata da ottimi crostini. La decenza mi ha imposto di non leccare la scodella. Sono uscita dalla trattoria seriamente intenzionata a procurami il prima possibile la ricetta e provare a replicarla a casa.

cosa e dove mangiare a Valencia

La fideua 

La fideua è stata il mio piatto da ripiego in assenza della paella.
Diciamo che come principio le due ricette si assomigliano: al posto del riso, però, nella fideua c’è la pasta. Per il resto è cucinata come la paella (nella mia però c’era il pesce).
Non stiamo parlando del piatto migliore che abbia mai assaggiato in Spagna ma merita una prova. Il sapore è ottimo.

cosa e dove mangiare a Valencia la fideua

L’Agua de Valencia e l’Orxata de xufa

Chiudo l’elenco delle cose da assaggiare a Valencia con due bevande, ottime in previsione del caldo estivo (ma io le ho bevute entrambe a fine gennaio e si sono rivelate ottime comunque).
L’Agua de Valencia l’ho provata in due versioni: la prima, presa a una bancarella dietro il Mercato Centrale, mi ha ricordato vagamente il Mandarino al Limone che preparano nei chioschetti a Catania. Fresca, agrumata, frizzantina e dissetante: è quella che vedete qui in foto. La seconda versione, invece, è un cocktail (alcolico) allungato e sempre molto agrumato. Ottimo anche lui. Se vi sedete a un bar e chiedete un bicchiere di Agua de Valencia vi porteranno sempre questa seconda versione.

Dopo aver assaggiato per la prima volta l’Orxata de xufa, invece, ci ho messo del tempo per capire se mi era piaciuta. Non ha un sapore forte e ben definito (a me ricorda quello della pera ma credo che non c’entri nulla), però è dolce e indubbiamente dissetante. Fossi in voi un bicchiere lo proverei. 

 

 

Leggi anche

Cosa vedere a Valencia in tre giorni

Dove andare a Pasqua: cinque idee 

Le città europee da visitare nel 2018

3 Comments
  • Ale e Kiki - untrolleyperdue.it
    Posted at 17:19h, 28 marzo Rispondi

    Valencia e i suoi mercati, sia il Centrale che il Colon, sono davvero due posti perfetti per assaggiare le specialità del posto: nel primo avevamo fatto la spesa per il pranzo al sacco in spiaggia, nel secondo invece abbiamo approfittato della location per un aperitivo “rinforzato”!
    Sai che invece l’orxata non l’avevamo assaggiata? E nemmeno l’agua de Valencia, buono a sapersi per la prossima occasione! 😉

    • Alla fine di un viaggio
      Posted at 17:25h, 28 marzo Rispondi

      L’Agua a me era piaciuta da matti (sia la versione “cocktail” che quella frizzante della bancarella). L’orxata mi sa che devo tornare di nuovo per capirlo 😀 😀

Post A Comment

Pin It on Pinterest

Share This