Cosa vedere a Carpi

Cosa vedere a Carpi, bellissima cittadina del modenese

Vi racconto di una domenica qualsiasi, una di quelle giornate estive un po’ sonnacchiose e soffocanti. E se in una giornata così non puoi andare al mare, vorrai mica concederti il lusso di restare a casa, steso sul letto con il condizionatore a palla e il ventilatore puntato addosso? Decisamente no, un bel giro nei dintorni è quello che ci vuole per svegliarsi dal torpore e tornare esseri attivi prima dell’incombere del lunedì. 

E così ho scoperto Carpi, anche lei quel giorno piuttosto sonnacchiosa e alquanto solitaria, un salottino elegante dallo stile tipicamente emiliano. La sorpresa è stata soprattutto scoprire quante cose ci fossero da visitare. Le ho raccolte in questa piccola guida su cosa vedere a Carpi, nel caso vi venisse la curiosità di farci un salto durante una delle vostre prossime esplorazioni in Emilia-Romagna.

Cosa vedere a Carpi città

Cosa vedere a Carpi in provincia di Modena

Cosa vedere a Carpi cittadina modenese

Dove si trova Carpi

Carpi si trova nella provincia modenese e, se guardate su Google Maps, vedrete che è più o meno a metà strada tra Modena e Reggio Emilia.
Da Modena dista una ventina di chilometri, da
Bologna all’incirca sessanta. Per arrivare ho percorso l’autostrada A1 fino all’uscita Verona/Brennero e poi la A22 fino all’uscita Carpi. Nulla di difficile.

Carpi cosa vedere e cosa fare

Piazza dei Martiri e il centro di Carpi

Un salottino, dicevamo. Carpi è la tipica bellezza emiliana dai colori accesi. La passeggiata in centro è scandita dai lunghi portici delle vie principali che, in una domenica estiva qualsiasi, rimangono ovviamente vuote. La Carpi che ho visitato io è una cittadina tranquilla e pacata che, immagino, aspetti il tardo pomeriggio per animarsi.
I lunghi portici conducono facilmente alla piazza principale della città, la bellissima Piazza dei Martiri, che è anche la piazza dove si concentra la maggior parte dei luoghi di interesse di Carpi. Intorno a voi vedrete infatti palazzi e monumenti storici come il Duomo di Carpi, Palazzo dei Pio, lo straordinario Portico e il Teatro Comunale.

Cosa vedere a Carpi Piazza dei Martiri

Cosa vedere a Carpi il portico

Cosa vedere a Carpi palazzo del pio

Cattedrale di Santa Maria Assunta di Carpi

Restaurata a seguito del terremoto del 2012, la Cattedrale di Santa Maria Assunta di Carpi regna sovrana al centro della piazza ed è stata una sorpresa. Perché quasi quasi non ti aspetti che possa esserci una Basilica così bella in una città piccolina. E, invece, il Duomo di Carpi, brilla di uno splendore inaudito, che è subito evidente dai colori accesi della sua facciata barocca. L’interno, poi, cela una lunga successione di tesori, a cominciare dalle opere pittoriche e scultoree di alcuni dei principali artisti locali ed emiliani.

Cosa vedere a Carpi il duomo

Cosa vedere a Carpi centro

Cosa vedere a Carpi la cattedrale di santa maria assunta

Museo Monumento al Deportato Politico e Razziale

Qui è dove, con molta probabilità, lascerete andare qualche lacrima. Quantomeno se siete sensibili all’argomento “deportazione” come lo sono io.
All’interno di Palazzo dei Pio si trova il Museo Monumento al Deportato Politico e Razziale, e vi prego di inserirlo nella vostra guida su cosa vedere a Carpi perché, come vi accorgerete ben presto, non è un museo come gli altri. Non voglio svelare troppo, diciamo che punta tutto sulla carica emotiva delle testimonianze che raccoglie. Testimonianze brucianti, che vi verranno sparate davanti agli occhi quasi brutalmente, che potranno farvi male come un graffio. Uscirete da lì con il cuore gonfio, ma credetemi che sarete felici di aver visitato un museo sulla deportazione che, a differenza della maggior parte dei musei dedicati allo stesso argomento che puntano più sull’informazione e la documentazione storica delle vicende, mette al centro di tutto il punto di vista di chi le ha subite.

Cosa vedere a Carpi museo al deportato politico e razziale

Cosa vedere a Carpi museo al deportato

Cosa vedere a Carpi museo palazzo del pio

Ex Campo di Concentramento di Fossoli

Devo ammettere la mia ignoranza: prima di visitare Carpi non conoscevo la storia dell’ex campo di Concentramento di Fossoli.
L’ex campo si trova a un paio di chilometri da Carpi città, all’interno dell’Oasi La Francesa.
Ne riassumo brevemente la storia. Negli anni del secondo conflitto mondiale, il campo di Fossoli era prettamente un campo di smistamento di prigionieri ebrei e politici, che poi venivano deportati altrove. Ciò non toglie che anche a Fossoli alcune persone vennero brutalmente uccise.

Dopo la guerra, l’ex campo di concentramento divenne sede della comunità di Nomadelfia e, successivamente, un campo di accoglienza per profughi provenienti dall’Istria e la Dalmazia.
Della barbarie di un tempo oggi restano gli scheletri dei capannoni che ospitavano i prigionieri e gli ufficiali a guardia del campo. Alberi, rami e sterpaglie ne hanno praticamente colonizzato la struttura interna; che la natura cerchi con ogni mezzo di nascondere l’orrore cancellandolo? Mi piace pensarla così. L’unica baracca che è stata ristrutturata funziona da centro visite e museo informativo sulla storia dell’ex campo di concentramento.
Chi cerca info su cosa vedere a Carpi in un giorno non può assolutamente non passare da qui.

Cosa vedere a Carpi il campo di fossoli

Cosa vedere a Carpi ex campo di concentramento fossoli

Cosa vedere a Carpi campo concentramento nazifascista

Musica e festa allo spazio Ekidna di Carpi

Alleggeriamoci un po’. Tutti dovremmo condurre una vita a pochi passi da un posto come lo spazio Ekidna di Carpi. La sede fisica, che è un’ex scuola concessa dal comune all’associazione, è immersa nel tranquillo paesaggio verde tra campagna e vigneti poco fuori dal centro città.
La mia fortuna, la domenica in cui visitai Carpi, è stata beccare un cartello pubblicitario che promuoveva uno dei tanti festival musicali organizzati da Ekidna e che, guarda caso, si teneva proprio in quei giorni. Giunta lì, la situazione prevedeva uno spazio aperto con un palco montato al centro, un immenso prato sul quale stendersi, una proposta culinaria che prevedeva la combo birra e pizza, un paio di bancarelle di artigianato.
Potreste mai desiderare di meglio per concludere in bellezza una domenica sonnacchiosa?

Cosa vedere a Carpi lo spazio ekidna

Una chicca: Villa Emma a Nonantola

Se dopo aver esaurito le idee su cosa vedere a Carpi vi rimane ancora un po’ di tempo, fate un salto a Nonantola e cercate Villa Emma.
Vista dall’esterno può sembrare la classica villa pronta ad accogliere eleganti ricevimenti e sontuosi banchetti. Forse oggi è davvero così, ma in realtà tra gli spazi di Villa Emma si racconta una storia forte come l’amore.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, a Villa Emma trovarono rifugio una settantina di giovani ebrei in fuga da Germania, Austria ed ex Jugoslavia. Rimasero lì per un po’ di tempo, prima di essere affidati ad alcune famiglie del luogo e poi, finalmente, espatriati in Svizzera dove furono salvi.
Non ho visitato l’interno della villa, sono rimasta ad ammirarla dal giardino esterno. Qui c’è una targa che racconta questa storia straordinaria di amicizia e coraggio.

Da allora, a quei settanta e più ragazzi sono stati dedicati libri, film e documentari.

Cosa vedere a Carpi e dintorni

Dove mangiare a Carpi: il birrificio Giustospirito

Il suo nome mi era familiare, solo non pensavo di trovarlo anche a Carpi. Quando l’ho visto dalla strada ho capito che la mia pancia, da quella giornata, ne sarebbe uscita più che soddisfatta.
Il birrificio Giustospirito credo sia uno dei consigli più azzeccati che si possano dare a chi vuol sapere dove mangiare a Carpi. È vero, forse non è il posto più indicato per apprezzare l’abbondanza godereccia della cucina tipicamente emiliana, ma se siete amanti della carne e degli hamburger (quelli di qualità e fatti bene, per intenderci) e dell’ottima birra artigianale, apprezzerete di certo questa “fabbrica di birra con cucina” (come loro si definiscono). Il menu di Giustospirito prevede anche una scelta interessante di pizze, taglieri e bruschette.

Cosa vedere a Carpi in un giorno

Leggi anche

Visita all’Abbazia di San Galgano in Toscana

Una passeggiata a Senigallia e dintorni

Cosa vedere a Ferrara e dintorni

No Comments

Post A Comment

Pin It on Pinterest

Share This