Cosa vedere a Granada

Non solo Alhambra: cosa vedere a Granada

Granada, in Spagna, è tanta vita, tanto movimento, tante storie, tanti colori, tante culture, tante salite e tante discese. Visitare Granada significa assorbire tanto di tutto. 
Dopo le tappe di Siviglia e a Cordoba, durante il mio on the road in Andalusia, approdare a Granada, nel cuore della regione, è stato come fare di nuovo un salto nella civiltà, tra gli incroci affollati da semafori, bus e aree pedonali. Non che tutto questo mancasse, nelle due tappe precedenti; sembrava solo, come dire, più ovattato e pacato. 
A Granada la vita resta sveglia fino a tardi. E cioè fino a quando, nei locali del centro, è sempre il momento giusto per tapas, sangria e quattro chiacchiere tra amici. 
Di giorno, lungo quelle stesse vie, lo sguardo compie un continuo viaggio dentro e fuori la storia, le civiltà e le dominazioni. All’interno dei luoghi di culto, così come nei chiostri, nei giardini dei monasteri e tra le spezie sui banchetti dell’Alcaicerìa avvertirete più vive che mai le tracce della storia del mondo.
Pertanto, la risposta alla domanda “cosa vedere a Granada” potrebbe essere infinita. Tra i confini della città sarete infatti testimoni tanto di un’immane grandezza, quella “storica” che vede un continuo stratificarsi di popoli e imperatori, quanto di una segreta bellezza, quella da cercare tra vicoli e luoghi nascosti. Magari inseguendo le tracce gitane in quartieri come Albaycin e Sacromonte dove si vive ancora dentro la roccia.

Cosa vedere a Granada panorama

Cosa vedere a Granada paesaggio

Granada cosa vedere

L’Alhambra di Granada

Non è un castello, non è una fortezza, né un immenso parco. È tutte queste cose insieme ma anche tanto, molto di più. Senza alcun dubbio la prima risposta alla domanda su cosa vedere a Granada.
L’Alhambra, il simbolo per eccellenza di tutti gli intrecci e le trame che raccontano la storia di questa città e dell’intera regione. 
È il luogo magico che vi permetterà di attraversare una Medina ma anche di riposarvi all’ombra dei giardini immensi e labirintici del Generalife, al suono di fontane zampillanti. Vi racconterà le tante e differenti vite che son passate all’interno dei suoi palazzi reali, vi farà dono di un panorama sulla città bianca e sulla morbidezza della Sierra Nevada.
Calcolate di fermarvi all’Alhambra più di mezza giornata: la lista dei punti di interesse custoditi all’interno di questo indimenticabile patrimonio Unesco è davvero lunga. 

Cosa vedere a Granada giardino generalife

Cosa vedere a Granada alhambra

Cosa vedere a Granada alhambra dettaglio

La Cattedrale, la Cappella Reale e le altre chiese di Granada

Una cosa così non l’avrete vista mai. Uno dei ricordi più nitidi che conservo dei miei due giorni a Granada (e in generale del mio viaggio in Andalusia) è lo sfarzo quasi esagerato che regna all’interno delle chiese. Ori, statue, sculture, decorazioni. I vostri occhi non faranno in tempo a concentrarsi su un particolare che verranno immediatamente catturati da un altro. E di particolari ne vedrete veramente assai. Non saprete dove girarvi.
Non parlo solo della straordinaria Cattedrale, che nella sua struttura e sul volto mostra una sintesi grandiosa di stili architettonici alquanto diversi, ma un po’ di tutti i complessi religiosi della città.
Oltre alla Cattedrale e alla sua vicina, la Cappella Reale, al cui interno si trovano le spoglie di Isabella di Castiglia e Ferdinando d’Aragona, la stessa immutata grandezza la troverete anche nelle altre chiese per così dire minori. La Basilica de San Juan de Dios e la Chiesa del Sagrario, giusto per citarne altre due. Ma quando compilerete il vostro itinerario su cosa vedere a Granada, vi consiglio di mettere in conto di visitare più chiese possibili. Anzi, entrate in tutte quelle che incontrerete lungo la strada. Sarà davvero un’esperienza.

Cosa vedere a Granada cattedrale

Cosa vedere a Granada cattedrale esterno

Cosa vedere a Granada chiese

Cosa vedere a Granada interno chiesa

Cosa vedere a Granada cappella reale

Alcaicerìa

Immagino che un tempo fosse brulicante e tentacolare come il Gran Bazar di Istanbul.
Nell’Alcaicerìa di oggi, dell’antico mercato arabo rimangono alcune stradine del cuore di Granada, intorno alla Cattedrale. E diversi negozi che offrono souvenir dal gusto non proprio autentico.
Poco importa, in fondo. L’illusione di perdersi ancora tra quei profumi, quei metri colorati di sete e tessuti e quei sapori speziati l’avrete ancora.

Un consiglio: fate un salto nello splendore del Palazzo della Madraza, l’antica Scuola Musulmana poco distante dal mercato, oggi sede universitaria.

Cosa vedere a Granada alcaiceria

Cosa vedere a Granada madraza

Il Monastero di San Jeronimo 

Varcato il portone d’accesso, ad accogliervi un profumo di agrumi. File di alberi di limoni e arance vi accompagneranno nel cuore di questo grande complesso, che dall’esterno appare quasi come una fortezza.
Il Monastero di San Jeronimo vi farà dono di un’altra chiesa ricchissima, dalle pareti e il soffitto quasi luccicanti, e della quiete silenziosa che si respira tra i suoi chiostri e i suoi giardini.

Cosa vedere a Granada monastero san jeronimo

Carrera del Darro

Ricordo la Carrera del Darro come uno degli scorci più suggestivi di Granada. 
C’è il fiume, c’è la chiesetta (la Chiesa di Sant’Anna, per la precisione), c’è la strada stretta che conduce in collina. Piccole piazze occupate da bar e tavolini. E, se avete fortuna, lungo il percorso incontrerete sicuramente qualche artista che, con la sua musica, allieterà la vostra passeggiata rendendola ancora più romantica.

Cosa vedere a Granada carrera darro

Albaycin e il Mirador di San Nicolàs

Ricordo la salita a piedi verso il quartiere di Albaycin come una delle salite più faticose che mi siano capitate in viaggio. Forse perché il termometro segnava 40 gradi nonostante fosse già l’ora del tramonto, o forse perché di base sono sempre stata un po’ pigra (ed esagerata).
Ma l’arrivo al tanto agognato Mirador San Nicolas mi ha ampiamente ripagato. È da lì che potrete rivolgere uno sguardo speciale all’Alhambra. A metri e metri di distanza sulla collina di fronte a voi, la vedrete illuminarsi man mano che scende la sera. E così, ammirandola da lontano, vi sembrerà che tutto sia rimasto come allora e che la vita prosegua come proseguiva secoli fa. 
Sguardo ammirato a parte, Albaycin, vecchio quartiere moresco, è sicuramente una delle prime tappe che mi vengono in mente pensando a cosa vedere a Granada. Un intreccio di strade popolate da casette basse dalle pareti chiare, dove non di rado sentirete giungervi all’orecchio le note calde del Flamenco. 
Chissà se esiste ancora la Porrona, piccola e spartana trattoria a conduzione gitana che mi ha ristorato con i suoi sapori rustici e fedeli alla migliore tradizione locale. Non ricordo l’indirizzo esatto, voi però cercatela quando sarete da quelle parti.  

Cosa vedere a Granada mirador san nicolas

Sacromonte

Proseguendo oltre Albaycin incontrerete un altro mondo fuori dal tempo. Un altro mondo. Quello a tradizione fortemente gitana di Sacromonte, il quartiere collinare dove le case sono ricavate nelle rocce. Dove si vive e si balla il Flamenco all’interno delle grotte. Dove il panorama sulla città e le montagne che la circondano si fa ancora più avvolgente. Con un po’ di fortuna (quella che non ho avuto io) salirete in alto e visiterete una bellissima Abbazia (io ho sbagliato di brutto gli orari di apertura).

Cosa vedere a Granada Sacromonte

Cosa vedere a Granada locanda sacromonte

La Casa-museo di Federico Garcia Lorca

Nel vostro taccuino degli appunti su cosa vedere a Granada è rimasto ancora un po’ di spazio? Allora vi suggerisco di allontanarvi leggermente dal centro città e andare a sbirciare nella vita di uno dei poeti più grandi di Spagna. All’interno del bel parco a lui dedicato, troverete la Casa Museo di Federico Garcia Lorca. Tra le sue stanze tutto è rimasto più o meno come allora. I suoi mobili, i suoi scritti. Sentirete dalla guida tante storie sul poeta e i suoi affetti più cari. Una tappa obbligata per gli amanti delle lettere e della poesia.

Nel tempo, leggendo qua e là ho scoperto quante cose ci sarebbero ancora da vedere a Granada. Non a caso, l’ho inserita tra le cinque città dove prima o poi vorrei tanto ritornare. Magari dedicandole un viaggio tutto per sé.

 

 

Leggi anche

Cosa vedere a Valencia in 3 giorni

Alla scoperta dell’Andalusia autentica

Le città europee da visitare nel 2018

9 Comments
  • Silvia Wanderlust
    Posted at 16:14h, 15 marzo Rispondi

    È molto che penso ad un viaggio in Andalusia, mi hai fatto venire voglia ancor di più!! ?

  • Meridiano307
    Posted at 12:16h, 16 marzo Rispondi

    Meravigliosa Granada. Meravigliosa la città, il clima, le persone, il cibo, l’Alhambra poi..un gioiello. L’ultima volta che sono stata ho partecipato anche alla visita notturna, giuro che metteva i brividi, sembrava davvero di essere in un’altra epoca.

  • Viaggio con la Fotografia - Ilaria Fenato
    Posted at 14:04h, 17 marzo Rispondi

    Quanto mi piacerebbe un viaggio on the road in queste zone! *-*

    • Alla fine di un viaggio
      Posted at 15:32h, 17 marzo Rispondi

      Te lo consiglio assolutamente! 🙂 L’Andalusia si presta tanto a un on the road… e poi sono posti bellissimi, non riesco a immaginare qualcuno a cui non piacciano 🙂

Post A Comment

Pin It on Pinterest

Share This