castello cosa vedere in giornata

Castelmola, il borgo nei dintorni di Taormina

Puoi anche girare mari e monti, esplorare città vicine e pianeti lontani, ma i tuoi luoghi del cuore resteranno gli stessi.
Luoghi che ormai conosci come le tue tasche, anche se ti sembra di guardarli sempre per la prima volta.

Posti che ti hanno visto crescere come Castelmola, borgo nei dintorni di Taormina, uno dei posti da visitare in Sicilia.
Dalle passeggiate con i genitori, prima, alle bevute in comitiva, poi. Fino alle visite con il fidanzato, con la sorella o anche in solitaria, oggi.

Posti che per te ci sono sempre stati, e hanno impreziosito le tue vacanze di ricordi e momenti belli. Quelli che visiti giusto in un paio d’ore, ma nei loro pochi chilometri di superficie sanno riassumere trent’anni della tua vita.
Quei posti dai quali puoi abbracciare contemporaneamente il mare e il vulcano con una sola occhiata. E il golfo, i piccoli paesi, il porto, i campi verdi e la costa di due regioni. E quel cielo immenso, sempre onnipresente su tutto.

Centro di Castelmola

Castelmola

Castelmola cosa vedere

A Castelmola puoi esplorare i vicoli per riscoprire la storia di domini e conquiste che hanno movimentato la Sicilia, guardare il mondo dall’alto del Castello, fermarti ad ammirare i colori delle ceramiche e il nero profondo della pietra lavica. Fare tappa al bar Turrisi, celebre posto strapparisate, e sorseggiare un bicchiere di vino alla mandorla, per un’esperienza sensoriale che non è solo questione di papille. 

E a pochi passi di distanza, dal piccolo belvedere subito dietro il Duomo, spiare il profilo del vulcano Etna che scende morbido verso il mare. Meglio se all’ora del tramonto, con il sole che scomparendo piano alle sue spalle ne delinea ancora più i contorni. 

Borghi che sembrano essere rimasti indietro, fermi nel tempo e nello spazio, e che per fortuna quando cambiano lo fanno in meglio. Che ti rendono orgogliosa nonostante tutto. E che con uno sguardo ti rimettono in pace con le tue origini.

La Sicilia da vedere. Luoghi che vorresti far conoscere a tutti quelli che vengono qui in vacanza, sperando che troppe attenzioni non ne snaturino mai la bellezza.

Quei posti che, a prescindere da quanto lontano adesso abiti, non passa anno senza che tu li raggiunga almeno una volta.

Castelmola Piazza Duomo e Bar Turrisi

visitare il borgo di castelmola

Vicolo di Castelmola

Come arrivare a Castelmola 

Arrivare a Castelmola in auto è facilissimo. Basta uscire a Taormina dall’autostrada A18 (Messina – Catania) e, subito dopo il casello, seguire le indicazioni per Castelmola. 

Percorrerete una strada statale in salita e piena di tornanti. Castelmola si trova infatti a 4 km da Taormina e a circa 500 metri sul livello del mare. 

Giunti all’ingresso del paese troverete un piccolo parcheggio a pagamento dove poter lasciare l’auto; in alternativa potete posteggiare lungo la statale ma, a meno che non andiate durante il pienone di Agosto, non dovreste aver difficoltà a trovare un posto libero nel parcheggio.

Inoltre, Castelmola è raggiungibile da Taormina con un bus che parte ogni ora e ci impiega circa 15 minuti. Per conoscere gli orari esatti delle corse vi consiglio di dare un’occhiata al sito di Etna Trasporti.

cosa vedere vicino Castelmola

Cosa vedere nei dintorni di Castelmola

Nel caso in cui il vino alla mandorla del Bar Turrisi non vi abbia dato alla testa e abbiate quindi ancora voglia di girare, sappiate che il borgo di Castelmola si trova in posizione strategica per andare alla scoperta di alcune bellissime località sicule.

Taormina in primis, neanche a dirlo. La cittadina che non perde neanche un grammo del suo fascino nonostante i fiumi di turisti che in alta stagione ne percorrono le strade a tutte le ore del giorno e della sera (però provate a visitare Taormina in pieno inverno, ve la godrete senz’altro di più).

Se sentite la mancanza del mare, il mio consiglio è quello di percorrere i pochissimi chilometri che vi separano da Letojanni, verso una delle spiagge più belle della Sicilia orientale (nonchè uno dei luoghi ai quali sono più legata da sempre). Ah, e sappiate che dopo una nuotata ci sta sempre bene un bicchiere di meringato al cioccolato del Niny Bar, fidatevi!

Se visitare i borghi siculi fuori dal tempo vi intriga, Savoca potrebbe fare al caso vostro. Il paesino si trova in collina, per arrivarci dovrete percorrere una ventina di chilometri in statale. Giunti nella piazza principale qualcosa potrebbe risultarvi familiare: al centro della piazza si trova infatti il Bar Vitelli, dove sono state girate alcune scene del Padrino. Piazza centrale a parte, girando per le stradine di Savoca vi sembrerà di aver compiuto un viaggio nel tempo.

Se nulla vi spaventa (nemmeno immergervi nell’acqua gelida), una gita alle Gole dell’Alcantara è quello che ci vuole per regalarvi una giornata davvero speciale. Se proprio non vi va di fare il bagno nell’acqua a otto gradi potete sempre immergere solo le caviglie. O tenervi ben distanti dal fiume e limitarvi a una passeggiata rilassante nel Parco Nazionale.
Vedrete che, qualsiasi cosa abbiate voglia di fare, in Sicilia gli spunti non vi mancheranno.

 

Leggi anche

Itinerario della Sicilia orientale: cosa vedere e cosa fare

Come organizzare una vacanza in Sicilia (con i consigli di una siciliana)

Tra mare e Barocco: cosa vedere a Catania

Nel sud del sud: cosa vedere a Siracusa

Cosa vedere a Ragusa, gemma del Barocco siculo

 

5 Comments
  • theunsettledonetravelwriter
    Posted at 12:13h, 04 ottobre Rispondi

    Sono stata in Sicilia per la prima volta quest’estate (anche se solo sulla costa ovest) e me ne sono innamorata! Da fare (spero a breve) anche la Sicilia orientale! Interessante l’articolo sul tuo sito sulle 5 spiagge più belle.

    • Alla fine di un viaggio
      Posted at 13:13h, 04 ottobre Rispondi

      Grazie! Devi vedere per forza la Sicilia orientale… oltre alla mia splendida Catania (non sono di parte, eh) ci sono tanti altri posti nei quali lascerai il cuore

Post A Comment

Pin It on Pinterest

Share This