cosa vedere a siracusa in sicilia

Nel sud del sud: cosa vedere a Siracusa

Non è mai semplice rispondere a chi mi chiede cosa visitare durante una vacanza in Sicilia. Tuttavia, nell’eventualità di questa e altre domande “impegnative” tengo sempre in serbo un paio di risposte che mi lasciano vincere facile. Una delle cartucce che più amo giocare, ad esempio, consiglia al viaggiatore di dirigersi a sud e scoprire cosa vedere a Siracusa e nelle sue immediate vicinanze.
Poi, certo, vengono i soliti commenti su come si possa prediligere un itinerario invece di un altro all’interno di una regione che offre tanto come la Sicilia, e il conseguente “Fermati almeno 3 settimane. Noleggia una macchina e girala tutta. Tanto, ovunque vai, stai sereno che non sbagli”. Va più o meno sempre così.

Ma se effettivamente il tempo a disposizione per il viaggio in Sicilia non è tanto, l’idea di programmare un itinerario su cosa visitare a Siracusa rimane una delle più valide.
Sarà che quando vado a Siracusa lascio lì un pezzetto del mio cuore e ogni volta mi riprometto di prendere residenza a Ortigia, prima o poi. Sarà che trovo sempre ad accogliermi un sole dal volto pieno e gioioso che sembra non aspetti altro che riabbracciarmi. Sarà che quei 2-3 gradi in più della provincia siracusana sono una certezza assodata dei miei 36 anni di vita. Sarà tutto quello che volete ma, a parer mio, Siracusa è di una bellezza tale da lasciare poche parole. 

Un’area, quella di Siracusa, che racchiude in sé tutto quello che generalmente si cerca durante un viaggio: il mare cristallino, le spiagge bianche, le oasi verdi, le città-gioiellino, la storia e l’archeologia. Un’area dorata in cui la Sicilia diventa una Grecia in miniatura.
Se volete colmare la curiosità che ha cominciato a stuzzicarvi leggendo questo post scorrete la mia mini guida su cosa vedere a Siracusa e scopriamo insieme quanto sia prezioso il territorio che avvolge la seconda punta della Trinacria.

cosa vedere a siracusa ortigia

cosa vedere a siracusa vicoli di ortigia

cosa vedere a siracusa nel sud della sicilia

Siracusa cosa vedere in città 

Il Parco archeologico della Neapolis di Siracusa

L’Anfiteatro romano, il Teatro greco, le Latomie del Paradiso, l’Orecchio di Dioniso, la via dei Sepolcri. Un mondo ai piedi di Siracusa e dell’intera regione. Un patrimonio inestimabile per l’intera umanità. Uno dei luoghi da visitare in Sicilia che consiglio sempre a tutti.
Il parco archeologico della Neapolis di Siracusa è un complesso straordinario tra archeologia e natura. Vi regalerà un viaggio nel tempo, nel mito, nella storia, nella cultura.
Se dovete compilare una classifica di cosa vedere a Siracusa non ci sono dubbi: avete appena trovato la prima posizione.

cosa vedere a siracusa orecchio di dioniso

Ortigia cosa vedere: i monumenti più belli

L’isola di Ortigia è lo scrigno che custodisce al suo interno gran parte dei tesori di Siracusa. 
Vi accoglierà al suo ingresso in pompa magna, con i resti del Tempio di Apollo e le plurime personalità che ha assunto nei secoli. Da lì, esplorate i vicoli, proseguite senza meta, incuriositevi. Raggiungerete presto la piccola piazza con la fontana dedicata alla dea Diana e sarete pronti per immergervi nel chiarore accecante della splendida Piazza del Duomo di Siracusa. Con quella luce faticherete a tenere gli occhi aperti, una volta lì. Persino a dicembre, non credete. 
Non state tanto a chiedervi cosa vedere a Ortigia, ma guardatevi intorno mentre camminate: non vedrete un solo palazzo che non sia in grado di incantarvi.
Dirigetevi verso il lungomare, in cerca dell’incredibile specchio di acqua dolce circondato dai papiri della Fonte Aretusa, al confine tra realtà e leggenda. 

cosa vedere a siracusa la piazza duomo

cosa vedere a siracusa i palazzi del barocco

cosa vedere a siracusa fontana di diana

cosa vedere a siracusa isola ortigia

Lungomare di Ortigia

Camminate al lungomare e divorate con gli occhi la malinconica decadenza della città. Il suo colore chiaro, l’abbraccio con il mare blu. Magari, se la stagione lo consente, vedrete qualcuno tuffarsi. Di sicuro, verrete invogliati da una passeggiata lungo i piccoli moli che incontrerete e che vi spingeranno tra le braccia di quel blu. Regalate al mare occhiate generose ma non dimenticate il resto: il lungomare di Ortigia è costeggiato di palazzi barocchi straordinari, la cui eleganza e la cui imponenza avvicinano l’immagine di Siracusa a quella di una grande capitale.
Di profilo, e osservata da questa passeggiata al confine tra terra e mare, l’Isola di Ortigia vi sembrerà una meraviglia araba, o andalusa, o chi lo sa. 

Ancora qualche passo tra i vicoli e le piazze di Ortigia e arriverete al Castello di Maniace, nella punta più estrema dell’isola. Se l’orario lo consente, tenetevi pronti ad abbracciare uno dei tramonti più spettacolari di tutta la Sicilia.

cosa vedere a siracusa lungomare di ortigia

cosa vedere a siracusa ortigia lungomare

cosa vedere a siracusa centro

Castello di Maniace

Impossibile non suggerire una visita al Castello di Maniace a chi mi chiede cosa vedere a Siracusa.
Specialmente se avete amato le atmosfere dorate e (molto) assolate di alcune ambientazioni di Game of Thrones. Ora, non credo che al Castello di Maniace siano mai state girate delle serie tv (correggetemi se sbaglio), tuttavia in questa vecchia fortezza troverete qualcosa di familiare che a me, appunto, ha ricordato in primis alcune scene della serie della HBO. Ma non è solo questo. La visita al Castello mi ha riportato con la mente a tanti dei monumenti visti in Andalusia, in Portogallo e a Valencia: provate ad attraversare la grande sala e a non pensare alla Lonja de la Seda.
Somiglianze a parte, il Castello di Maniace di Siracusa rimane un luogo di interesse straordinario, da ammirare nonostante la sua (attuale) nudità: anzi, il fatto che oggi sia visibile quasi solo la sua struttura (e non tanto gli orpelli) gli restituisce una grandezza innata. E lo rende parte integrante e preziosa di un paesaggio blu di acqua, cielo e terra: affacciatevi dalle aperture presenti nel cortile inferiore e capirete.

cosa vedere a siracusa il castello di maniace

Visitare Siracusa e non solo: cosa vedere nei dintorni

Palazzolo Acreide, uno dei borghi più belli d’Italia

Facile preda di attacchi acuti di esterofilia, un tempo a me interessava poco e niente di tutto questo. La Sicilia era solo la terra dalla quale ero fuggita per cercare qualcosa di più altrove.
Per fortuna, con gli anni sono cambiata e ho capito. Ho capito su che immenso tesoro ho poggiato i piedi per vent’anni e quanto poco lo abbia conosciuto. E, complice anche la voglia di raccontarla, con il tempo il desiderio di prendere la Sicilia a morsi esplorando persino i posti più piccoli e sperduti ha prevalso.

Palazzolo Acreide non è uno dei luoghi più piccoli e sperduti che potreste incontrare durante un viaggio in Sicilia; probabilmente, però, non compare sempre tra le prime tappe degli itinerari compilati dai viaggiatori. Io stessa l’ho visitato solo di recente.
Una volta che avrete esplorato cosa vedere a Siracusa, volgetevi ai suoi dintorni. E raggiungete uno dei borghi più belli d’Italia, situato sul versante ibleo della Sicilia, nel cuore della Valle dell’Anapo. Scoprirete un patrimonio barocco degno di Noto, Ragusa e della stessa Siracusa.
Vi sorprenderà il gran numero di bellezze che questa Sicilia così piccola e semi sperduta è in grado di presentare. Partite da Piazza del Popolo, una delle più importanti di Palazzolo Acreide, e percorrete il bel Corso Vittorio Emanuele, fiore del Barocco. Vedrete sfilare chiese bellissime come la Parrocchia di San Sebastiano e la Chiesa dell’Immacolata. Proseguite a piedi fino al colle del parco archeologico di Palazzolo Acreide (la salita è tosta ma posso assicurarvi che c’è di peggio) e lasciatevi avvolgere dal silenzio della valle che circonda il borgo, tra i resti del Teatro Greco e le Latomie. Ve lo avevo detto che sareste rimasti sorpresi.

Cosa vedere a Siracusa e dintorni Palazzolo Acreide

cosa vedere a Siracusa e dintorni il borgo di Palazzolo Acreide
Tornando verso il centro del paese, imboccate la via Acre, lungo la quale scorgerete il panorama sul piccolo quartiere medievale di Palazzolo Acreide, dominato dalle cupole imponenti della Chiesa Madre e della Basilica di San Paolo.
Io ho visitato il borgo una domenica mattina di dicembre e in giro non c’era nessuno. Le stradine minuscole del quartiere medievale di Palazzolo Acreide avevano un che di spettrale. E il bello è stato questo. È stato assaporare ancora una volta la ricchezza inconsapevole di questa Sicilia piccola, sperduta ma immensa, così ferma nel tempo. Così arcaica, così solitaria.
Per capire cosa intendo cercate i ruderi del Castello Medievale. Da lì avrete un’altra visuale privilegiata del borgo, con le casine che sembrano ammassate le une sulle altre, e della valle silenziosa e bellissima che lo circonda.

Cosa vedere a Siracusa e dintorni il quartiere medievale di Palazzolo Acreide

cosa vedere a siracusa e dintorni

cosa vedere a siracusa la valle dell'anapo

La spiaggia di Fontane Bianche 

Il posto che dovete raggiungere se tutto quello che cercate è una pacifica giornata di mare. La spiaggia di Fontane Bianche è una delle spiagge di Siracusa più amate e frequentate, ed è lunghissima, per cui riuscirete a trovare facilmente il vostro posto del cuore. Avrete a vostra disposizione bar, ristoranti e impianti attrezzati di tutti i tipi. Oltre a chilometri di sabbia bianca e fine e un mare immenso, sempre caldo e cristallino.

cosa vedere a siracusa e dintorni fontane bianche

La Riserva Naturale Orientata di Vendicari 

Una riserva incontaminata che conserva al suo interno i resti del mondo. Dagli antichi greci all’epoca bizantina, dal Medioevo ai giorni nostri. Passeggerete infatti tra necropoli ma anche tra fortificazioni del XIII secolo e tonnare di oggi.
E nonostante tutto questo, non saranno (solo) il sito archeologico e le tracce delle civiltà passate a farvi desiderare di prendere la residenza all’interno della Riserva Naturale Orientata di Vendicari. Sarà infatti la sua natura incontaminata a farlo. Le sue spiagge dalla sabbia trasparente, le sue acque cristalline. I suoi itinerari persi nella natura, tra cielo, mare e terra, tra birdwatching e snorkeling.
Dovrete camminare un po’. Ma quando questo immenso spettacolo vi si aprirà davanti agli occhi vi sentirete in paradiso. Se tante guide su cosa vedere a Siracusa e dintorni lo consigliano un motivo ci sarà, no?

cosa vedere a siracusa e dintorni riserva di vendicari

Cosa vedere a Noto

Quando sarete a Noto verrete quasi accecati dalla luce bianca che le strade e i palazzi del piccolo centro emanano nelle ore di sole.
Il Barocco rapirà i vostri occhi a ogni angolo. A cominciare dall’imponenza della Cattedrale di San Nicolò, il Duomo di Noto, per proseguire con la bellissima chiesa di Santa Chiara e la residenza nobiliare del Palazzo Nicolaci, splendido all’esterno come all’interno.
E come sempre quando parlo della Sicilia, rischio di diventare ripetitiva: tra le cose più belle che vi raccomando di fare a Noto c’è il perdersi tra le sue stradine bianche. Osservare i cortili nascosti, i palazzi chiari, anche quelli che sembrano non mostrare nulla di speciale. Ammirare i colori delle ceramiche, curiosare dentro le botteghe e dentro i bar. Credere che tutto questo esiste davvero. Ancora oggi.

cosa vedere a siracusa e dintorni cattedrale di noto

cosa vedere a siracusa e dintorni ceramiche

cosa vedere a siracusa e dintorni centro di noto

Il borgo marinaro di Marzamemi

A proposito di mondi antichi che (r)esistono ancora. Marzamemi, il borgo marinaro il cui nome (e la cui storia) suona d’arabo. Un piccolo cuore di pietra che nasce e si sviluppa nei secoli lontani intorno alla Tonnara, una delle più importanti del Mediterraneo.
Ancora oggi la maggior parte dei suoi (pochi) abitanti vive di pesca e di mare. In estate Marzamemi è presa d’assalto, ma l’aspetto “fuori dal tempo” della piazza Regina Margherita e delle due piccole chiese che la popolano sembra resistere al carattere irruento delle invasioni. Così come resistono i vicoli con i loro dettagli colorati. E la caratteristica Balata, il piccolo porto circondato da bar e locali. 
A chi mi chiede cosa vedere a Siracusa e dintorni io rispondo sempre di raggiungere Marzamemi e, se possibile, di raggiungere il borgo marinaro quando è intento a sonnecchiare, in inverno. O comunque non nel mese di agosto. I vostri occhi crederanno di non essersi mai posati su qualcosa di così altrettanto autentico.

visitare marzamemi in provincia di siracusa

visitare il borgo di marzamemi in provincia di siracusa

visitare il borgo marinaro di marzamemi in provincia di siracusa

cosa vedere a siracusa e provincia marzamemi

Con questo piccolo itinerario su cosa vedere a Siracusa e cosa visitare nei dintorni spero di avervi trasmesso almeno in parte l’amore che nutro per queste terre.
Mi manca sempre questo sud caldo, che racchiude in sé tanti aspetti della mia regione che amo ritrovare quando faccio ritorno: la Sicilia più selvaggia, come la natura che circonda la piccola spiaggia di Calamosche, nella riserva di Vendicari. La Sicilia arcaica dei piccoli borghi. La Sicilia dove sono passati tutti lasciando tracce imponenti come i parchi archeologici. 
E, ancora, la Sicilia barocca di Noto e quella delle stradine bianche di Ortigia. La Sicilia che si affaccia su uno dei mari più belli che ci siano. E il sole estivo che scalda senza pietà.
Si tratta di luoghi da raggiungere percorrendo con pazienza chilometri e chilometri di trazzere solitarie che sembrano condurre alla fine del mondo. Ma il bello di un viaggio in Sicilia sta anche in questo, nei percorsi selvaggi, preziosi perché autentici. E tu, lettore appassionato di Trinacria, posso assicurarti che ci impiegherai poco per imparare ad amare ogni sentiero di questa strada interminabile.

 

 

Leggi anche

Itinerario della Sicilia orientale: cosa vedere e cosa fare

Le cinque spiagge più belle della Sicilia orientale

Una giornata alle gole dell’Alcantara

Tra mare e Barocco: cosa vedere a Catania

Dove mangiare a Catania (ed essere felici)

 

 

 

 

 

 

14 Comments
  • Nei dintorni di Catania | Alla fine di un viaggio
    Posted at 12:09h, 06 marzo Rispondi

    […] Siracusa e le sue perle vi avevo parlato qui. Cosa significa, invece, prendersi un pomeriggio per passeggiare sul lungomare di Ortigia, […]

  • Destinazione incerta
    Posted at 20:18h, 24 aprile Rispondi

    Bello. Anch io ho scritto della sicilia sud orientale

  • Cosa fare per il ponte del 2 giugno: cinque idee tutte italiane | Alla fine di un viaggio
    Posted at 12:54h, 10 maggio Rispondi

    […] idee ve le ho già date in passato: potreste scegliere la bellezza senza tempo di Siracusa, per esempio; oppure optare per il mix di mare, vulcano e cultura offerto dalla mia vivace Catania […]

  • Come organizzare una vacanza in Sicilia (con i consigli di una siciliana) | Alla fine di un viaggio
    Posted at 13:43h, 29 maggio Rispondi

    […] prima, se avete una settimana di tempo potreste visitare, ad esempio, Catania, i suoi dintorni e Siracusa e i suoi dintorni (che io […]

  • La Simo in viaggio
    Posted at 09:50h, 10 marzo Rispondi

    Adoro la Sicilia, Siracusa è una perla, la piazza è di una bellezza da togliere il fiato. Ricordo la prima volta in cui l’ho visitata sotto il sole estivo…quanta voglia di essere li.

    • Alla fine di un viaggio
      Posted at 17:14h, 12 marzo Rispondi

      Grazie 🙂 Spero proprio di tornarci presto

  • Maurizio
    Posted at 12:12h, 17 marzo Rispondi

    Un articolo ben scritto che presenta in modo chiaro e coinvolgente questa (piccola) parte della nostra splendida Sicilia. Come hai scritto nell’introduzione sarebbe difficile dare indicazioni su cosa vedere in Sicilia in termini generali, vista l’enorme ricchiezza e varietà delle attrazioni turistiche dell’isola. Penso che ci vorrebbero anni per visitarla tutta a fondo! 🙂

    • Alla fine di un viaggio
      Posted at 19:49h, 17 marzo Rispondi

      Verissimo, spesso persino chi ci è nato e cresciuto non conosce tutte le sue meraviglie! Grazie mille, Maurizio 🙂

  • Meridiano307
    Posted at 08:31h, 23 maggio Rispondi

    Questo fine settimana andrò in Sicilia, nel Siracusano….onestamente non vedo l’ora. Ancora devo decidere cosa vedere nei 3 2 giorni e mezzo a disposizione , perchè ci sono veramente troppe cose da fare

    • Alla fine di un viaggio
      Posted at 09:44h, 23 maggio Rispondi

      Bellissimo, ottima scelta! 🙂
      Io fossi in te mi concentrerei su Siracusa e farei al massimo una gita, tipo a Marzamemi o Noto. Questo è periodo di infiorata per cui Noto merita ancora di più, ti conviene controllare sul web se per caso ci sono iniziative ed eventi ;).
      Fammi sapere se ti sono piaciute! Buon divertimento e buon viaggio!

  • Ale e Kiki - Untrolleyperdue.it
    Posted at 17:46h, 09 giugno Rispondi

    Siracusa è davvero splendida, stiamo rientrando ora dopo un’intera giornata dedicata a questa città che ci ha fatto innamorare!! Peccato non aver abbastanza tempo da dedicare anche a Noto e alle altre bellezze di questa zona! Torneremo sicuramente! 😉

    • Alla fine di un viaggio
      Posted at 17:47h, 09 giugno Rispondi

      awwww!!! ma quanto vi invidio!! spero di rivederla presto anche io 🙂 sono contenta che vi sia piaciuta! Buon proseguimento!

  • Raffaele
    Posted at 08:50h, 26 luglio Rispondi

    Ciao Sono Raffaele di Ravenna, a fine settembre io e la mia ragazza andremo in Sicilia atterrando a Catania da Bologna per una settimana (abbiamo noleggiato anche la macchina).
    Volevamo fare una vacanza alternando tanto mare a visite di alcune città, Ragusa, Siracusa, Noto, e Catania, Io avevo pensato di organizzarla dividendola in due, qualche notte a Siracusa e un qualche notte a Marina di Ragusa (Marina di Ragusa),, posso approfittare della tua gentilezza?

    • Alla fine di un viaggio
      Posted at 09:09h, 26 luglio Rispondi

      Ciao Raffaele! Dimmi tutto, come posso aiutarti?

Post A Comment

Pin It on Pinterest

Share This