foliage in Italia

Foliage in Italia: 8 luoghi per un autunno incantevole

Una raccolta che giunge un po’ in ritardo rispetto alla tabella di marcia degli altri blog di viaggi, me ne rendo conto. Me la sono presa comoda; ma piuttosto mi piace pensare che abbia voluto proporvi questa piccola selezione di luoghi dove ammirare il foliage in Italia solo adesso, al termine dell’autunno, presentandovelo come un resoconto conclusivo della stagione. D’altronde, alcuni dei posti meravigliosi che sto per descrivervi li ho visitati proprio nelle scorse settimane. E non so come mai, non so neanche se è vero o se è solo frutto di una mia impressione dovuta agli ultimi due anni di quasi clausura che abbiamo un po’ tutti vissuto, ma a me sembra che l’autunno diventi ogni anno più brillante. Più valoroso (e sopportabile) dell’estate, senza dubbio, ma forse persino della primavera. Insomma, mi sono resa conto che, negli ultimi anni, gli occhi incollati su ciò che di vegetale mi circonda, che siano alberi, tappeti di foglie, rivestimenti di colline e montagne, li tengo soprattutto nel periodo che va da ottobre a dicembre. Io amo i fiori della primavera, non credete, ma l’autunno, ultimamente, sfoggia un’aura irresistibile. Un mix di calore, libertà e attese felici.

Dove vedere il foliage in Italia

E così, questo post sui posti più belli in cui godere del foliage in Italia arriva solo adesso, e certamente non è al completo. Come già successo per altri articoli pubblicati su questo mio piccolo blog di viaggi, mi riservo la possibilità di ampliarlo in futuro. Ad esempio, qualche settimana fa avrei voluto visitare le Langhe, che in autunno promettono molto. Ma non mi è andata affatto male, perché alla fine sono andata a rigenerarmi in Umbria. Con le Langhe e tutti gli altri cuori d’autunno che abbiamo nel nostro paese l’appuntamento è solo rimandato.

Torino, Parco del Valentino

La prima tappa del foliage la facciamo a Torino. L’unica grande città tra le località che vi propongo. 
Il fatto è che le ultime volte che ci sono stata, un paio di anni fa, era proprio autunno, in un periodo in cui la città cominciava a vestirsi dei primi freddi ma anche delle prime luci del Natale.
Una volta giunti nell’ex capitale d’Italia, fate una bella scorpacciata delle sue centinaia di
musei e palazzi storici; Torino è un po’ come Berlino e altre grandi capitali, e da vedere c’è proprio tanto
Poi, però, non dimenticatevi del motivo per cui nasce questo post, ossia quello di andare a cercare l’autunno più bello, e rifugiatevi nel Parco del Valentino. I suoi colori e la sua impressionante varietà mi colpirono molto. È un piccolo mondo abitato da scoiattoli e cespugli dalle tinte abbaglianti, con un fiume (e che fiume) che gli scorre di fianco e popolato di arte e storia. Insomma, già da solo, il parco più amato dai torinesi vale il viaggio nel capoluogo del Piemonte. 

Lago di Tenno, Trentino-Alto Adige

L’autunno è una stagione fortunatissima per girare l’Italia. E sempre in questa stagione, un paio di anni fa ho avuto il privilegio di conoscere una zona dove non vedevo l’ora di perdermi: il Garda Trentino
Fermo restando che tutta la parte trentina del lago di Garda gode di colori spettacolari, ho un ricordo particolarmente caro del vicino lago di Tenno. Attorno a questo piccolo specchio d’acqua turchese, l’arancio, il rosso, il ruggine e le altre mille sfumature del foliage si esaltano l’una con l’altra e, tutte insieme, danno risalto al colore incredibile delle acque del lago. Fermatevi più che potete, da queste parti: è un Nord Est altissimo, autentico, puntellato di borghi e cittadine preziose come Riva del Garda, Arco e Canale di Tenno. Con l’atmosfera del Natale, poi, il tutto si ravviva ulteriormente di luci, musica e profumi speziati. Per gli amanti dell’arte e dei centri storici, sappiate che le bellissime Trento e Rovereto distano davvero pochi chilometri da questo paradiso naturale.

Laghi di Fusine in Valromana, Friuli Venezia Giulia

L’ultima volta che ero stata da queste parti era estate piena e i toni predominanti oscillavano tra il verde squillante e l’azzurro pulito del cielo. 
Stavolta, e lo vedete dalle foto, ai
laghi di Fusine in Valromana, quella lingua di terra appartenente al Friuli Venezia Giulia che quasi si insinua nei territori dell’Austria e della Slovenia, la palette era molto più variegata. Il silenzio più totale, l’acqua dei laghi molto più trasparente. Le montagne attorno, non so perché, ma molto più maestose con le loro cime dipinte di bianco.
Siamo a pochi chilometri da Tarvisio (provincia di Udine), uno dei paradisi delle vacanze invernali. La zona, oltre a essere meta privilegiata degli appassionati di sci, è il regno del trekking: i numerosi sentieri che la attraversano sono percorsi ogni anno da centinaia e centinaia di sportivi provenienti da almeno tre paesi diversi. Da qui, non è troppo distante la Carnia, che secondo me è una delle regioni più interessanti e autentiche del Friuli.

foliage in italia ai leghi di fusine in valromana

Collio Friulano

Restiamo in Friuli Venezia Giulia (che posso farci, ci sto troppo bene da queste parti).
Le foto che vedete qui le ho scattate al parco dei Laghetti Rossi, una delle mie ultime scoperte nella regione. Un luogo che regala una passeggiata tranquilla e panoramica tra alberi in esplosione di colore, filari di viti e cieli color indaco. E poi ci sono i laghetti, certo, dove si fa pesca sportiva.
Oltre a fare una bella camminata al parco, vi invito anche a esplorare l’intera zona del Collio, che ormai sta diventando uno dei miei luoghi preferiti in Friuli Venezia Giulia. A parte essermi resa conto che è uno dei posti che ho offre il miglior foliage in Italia, il Collio è immerso in un paesaggio tranquillo e rigoglioso, un tappeto di colline che collegano il territorio della provincia di Gorizia alla confinante Slovenia (Brda è il nome del Collio oltre confine).
Cosa fare in un weekend da queste parti oltre a godere della bellezza della natura? Innanzitutto, potete godere anche della bontà dei vini: in questa zona nascono infatti molte delle etichette più pregiate d’Italia, nonché i miei vini preferiti in assoluto (preferenza che accordo ai vini del Nord Est in generale). Le cantine che offrono visite guidate e percorsi con degustazione non si contano, per cui, una volta qui, armatevi di curiosità gastronomica e scegliete quelle da visitare. 

Nel vostro weekend sul Collio riservatevi un po’ di tempo per visitare la bella Gorizia, ma anche uscire dalle rotte più battute in direzione di cittadine deliziose come Gradisca d’Isonzo (che è anche uno dei borghi più belli d’Italia), Lucinico, Cormons, San Floriano e Capriva.

foliage in italia in friuli

Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Emilia-Romagna

Forse non tutti sanno che tra la mia regione adottiva, l’Emilia-Romagna, e la splendida Toscana vi è uno dei parchi naturali più belli d’Italia. Parlo del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, che da noi appartiene al territorio della provincia di Forlì-Cesena. A chi si trova da queste parti e ha voglia di sperimentare un itinerario emiliano-romagnolo un po’ più insolito, consiglio di prendere confidenza con il parco e i suoi tanti sentieri da percorrere a piedi; o, in alternativa, di aggregarsi a un tour guidato. Da non perdere alcuni siti naturalistici particolarmente suggestivi come il lago di Ridracoli, famoso per la sua diga, e le Cascate dell’Acquacheta. Se volete esplorare anche qualcuno dei borghi più belli della zona e magari fermarvi anche per un buon pranzo in trattoria assaporando i piatti generosi tipici della mia regione, suggerisco di far tappa a Premilcuore, Santa Sofia e Bagno di Romagna.

foliage in italia al parco delle foreste casentinesi
Foto di Stefano Zanoni pubblicata su IG @parcoforestecasentinesi

Urbino e dintorni, Marche

Il centro Italia deve per forza avere qualcosa di speciale. Mi attira con la potenza di mille calamite. Prima che arrivasse la pandemia, quando vivevo ancora a Bologna, sconfinavo verso le Marche o verso la Toscana almeno una volta al mese.
Credo di averlo detto più volte che adoro le Marche, al punto da farci un pensierino per il futuro. Una delle mie prime incursioni alla scoperta della regione l’ho fatta, ormai diversi anni fa, proprio a
Urbino e dintorni. E proprio in autunno. E lì, ho visto quando grandioso può arrivare a essere un paesaggio, in questa stagione. E sì, uno dei migliori posti in cui immortale il foliage in Italia è proprio qui, nel nord delle Marche immerso nella parte meridionale dell’Appennino. Tutto ciò che circonda Urbino. E se desiderate spostarvi verso la costa, sappiate che subito a nord di Pesaro vi è il Parco Nazionale di Monte San Bartolo, altra meta molto promettente nei mesi autunnali. 

Parco Nazionale della Majella, Abruzzo

La magnificenza della natura abruzzese, lo sapete, l’ho conosciuta la scorsa estate, in un viaggio indimenticabile di due settimane. Abbiamo percorso in auto e a piedi, in lungo e in largo, altipiani, boschi e parchi naturali ma, appunto, era estate. Adesso seguo l’Abruzzo solo da lontano, attraverso le immagini stupende che girano sui social, e i colori incredibili che sfoggia la Majella sono uno dei motivi per i quali avverto più forte la nostalgia. È deciso, la prossima volta sarà in autunno. 
Gran parte del nostro itinerario di viaggio si è concentrato proprio da queste parti: al Parco Nazionale della Majella appartengono, ad esempio, paesaggi straordinari come quelli della Riserva Naturale del fiume Orfento, la Valle del fiume Tirino e le Gole di San Martino; borghi e località caratteristiche come Pacentro, Sulmona e Caramanico Terme; siti storici e dal fascino quieto e riservato come l’Eremo di San Bartolomeo in Legio e l’Eremo di Santo Spirito

Ma di tutto questo vi racconterò meglio, a tempo debito. Intanto posso dirvi che quel’Abruzzo meraviglioso lo sogno ancora tantissimo. 

Parco di San Leonardo di Siete Fuentes, Sardegna

Ed ecco un’altra new entry delle ultime settimane. La mia prima volta in Sardegna per il blogtour organizzato dalla mia associazione Gusto la Bellezza. Dell’itinerario completo che abbiamo seguito ve ne parlerò in un post successivo, ma posso intanto dirvi che l’intento era quello di divorare con gli occhi una Sardegna insolita, riservata e completamente fuori stagione.
Chiudo quindi questa mia personale lista di luoghi dove ammirare il foliage in Italia con il bel Parco di San Leonardo di Siete Fuentes, un luogo antichissimo che deve il suo nome al periodo della dominazione spagnola. Siamo parecchio a nord di Oristano e a pochi chilometri dal bel borgo di Santu Lussurgiu, nella regione del Montiferru
Qui si apre un’oasi meravigliosa abitata da alberi altissimi e secolari. Querce, olmi e lecci chiudono il cielo sopra il piccolo e sopito villaggio di San Leonardo, ancora oggi popolato da casette basse e silenziose. Nel cuore del parco, si trova la Chiesa di San Leonardo, in stile romanico e anche essa risalente a tempi molto lontani, nella cui storia, come in quella del borgo cui dà il nome, figurano persino i Cavalieri di Malta.

Ma ci sarà tempo per parlare anche di questa, come di altre meraviglie.

No Comments

Post A Comment

Pin It on Pinterest

Share This